I nostri Social

Angolo del tifoso

Angolo Avellino – Game over, in finale ci va il Vicenza

Pubblicato

il

Avellino
Tempo di lettura: 3 minuti

L’Avellino esce sconfitto per 2 a 1 dal Romeo Menti di Vicenza e dice addio al sogno promozione. Peccato, soprattutto per il calore dimostrato dai supporters irpini che sono giunti da tutta Italia per sostenere la squadra e hanno riempito la curva messa a loro disposizione.

Dopo lo 0-0 del Partenio gli uomini di Pazienza entrano in campo carichi e da subito cercano di tenere alta la pressione, ma sono i padroni di casa a risultare più concreti.

Al 6′ traversa del Vicenza. Ghidotti, ostacolato da un compagno, non esce perfettamente e il colpo di testa dell’attaccante biancorosso bacia la parte alta della traversa e finisce fuori

Al 14′ Fenomenale giocata di Della Morte che parte poco fuori dall’area sul fronte destro, si incunea nella difesa irpina e lascia partire un tiro velenoso che passa in mezzo a 3 calciatori avversari ed entra in rete. Esplode il Menti.

Pubblicità

I lupi si leccano le ferite e provano a reagire ma al 26′ è ancora il Vicenza a essere pericoloso. Pellegrini sulla sinistra supera due avversari e scocca un bolide che sfiora il palo e termina fuori.

Al 28′ primo squillo anche per l’Avellino che sull’asse Gori Patierno crea un tiro del 9 biancoverde potente ma centrale che termina di poco alto. Subito dopo anche Palmiero impegna il portiere avversario ma nonostante la pressione degli uomini di Pazienza sia alta, il goal non arriva.

Al rientro dagli spogliatoi i biancoverdi provano a riprendere le fila della partita ed è subito insidioso Armellino di testa su corner dalla destra di Palmiero con una conclusione di poco a lato.

Pubblicità

Al 48′ buona azione corale degli uomini di Pazienza che si conclude con una grandissima risposta di Confente sulla conclusione a colpo sicuro di Gori. Nel corner successivo ancora paratona del numero 1 vicentino sull’iniziativa di Armellino. I lupi spingono al massimo ma ancora una volta sono i padroni di casa a ottenere i risultati migliori.

Al 57′ siluro da fuori area di Ronaldo e grande risposta di Ghidotti che respinge in corner.

Arriva il 64′ ed è qui, sul corner di Ronaldo in cui Armellino buca la copertura e Costa trova un destro insidioso che batte Ghidotti e finisce in fondo alla rete, che le speranze di vittoria dell’Avellino si infrangono. Il raddoppio sembra una punizione troppo severa.

Al 72′ penalty per i lupi per intervento falloso di Ronaldo su Frascatore. Va Patierno sul dischetto e batte un rigore perfetto per il 2 a 1.

Pubblicità

Partita riaperta e rosso per Golemic che nel provare a intervenire su di una possibile ribattuta del portiere stende Patierno.

Il match inizia a essere non indicato ai cardiopatici.

In un contrasto di gioco nell’attesa della battuta di un corner, Armellino smanaccia Costa e lascia anche i suoi in 10 pareggiando l’equilibrio in campo. I due non se le sono mandate a dire per tutto l’incontro e ogni occasione da qui al triplice fischio finale sarà buona per provare a buttarla in rissa.

Gli ultimi minuti sono fatti di tensione e sofferenza ma il risultato non cambia, e al triplice fischio finale scoppia la gioia dei 10000 del Menti mentre i supporters irpini faticano a realizzare che per l’ennesima volta, il sogno si è infranto.

Pubblicità

Onore al Vicenza, che ha il merito di essersi imposto sul campo nel doppio confronto e di aver imbastito una difesa asfissiante che ha reso duro trovare uno spazio ai seppur buoni attacchi degli avversari.

Rimane l’amaro in bocca di sapere che alla finale playoff accedono Vicenza e Carrarese e che per l’ennesima volta, è tutto da rifare.

Game over Avellino

Pubblicità

Il tabellino

Vicenza: Confente, Cuomo, Golemic, Sandon (89′ Fantoni), De Col, Ronaldo (89′ Rossi), Greco, Costa, Proia (70′ Talarico), Della Morte (78′ Laezza), Pellegrini.

A disp.: Gallo, Massolo, Lattanzio, Mogentale, Ferrari, Busato, Conzato, Delle Monache.

Allenatore.: Vecchi

Pubblicità

Avellino: Ghidotti, Cancellotti, Rigione (85′ Marconi), Frascatore, Sgarbi, Armellino, Palmiero (92′ Dall’Oglio), D’Ausilio (46′ Ricciardi), Liotti (65′ Rocca), Gori (65′ Russo), Patierno.

A disp.: Pane, Pizzella, Tito, Mulè, Cionek, Llano, Varela, De Cristofaro, Pezzella. All.: Pazienza

Arbitro: Crezzini di Siena

Pubblicità

Marcatori: 14′ Della Morte (V), 64′ Costa (V), 75′ rig. Patierno (A)

Ammoniti: Proia, Della Morte (V), Gori, Patierno, Armellino, Palmiero (A)

Espulsi: 76′ Golemic (V), 80′ Armellino (A)

Pubblicità

(Foto: Depositphotos)

in evidenza