I nostri Social

Atalanta

Cagni: “Non condivido il calcio moderno. Gasperini unico innovatore”

Pubblicato

il

Gasperini Atalanta
Tempo di lettura: 1 minuto

Luigi Cagni, ex allenatore ed ex tecnico di Di Francesco, è intervenuto ai microfoni di Radio CRC per parlare di Gasperini e del calcio moderno

Luigi Cagni, ex allenatore ed ex tecnico di Di Francesco, è intervenuto ai microfoni di Radio CRC per parlare di Gasperini e del calcio moderno

Di seguito le sue parole:

“Sono fuori, non condivido questo modo di fare calcio e parlo a livello generale. Non è più il mio mondo, ma ci sta anche perché sono di un’altra generazione. Se il calcio ritrova regole e valori fa ciò un grande passo avanti e se non si mette il denaro come obiettivo primario si fa un ulteriore passo avanti. E invece oggi il denaro è l’obiettivo primario e così si fallisce. Certo che devi guadagnare, ci mancherebbe, ma non si può andare a fare la Supercoppa in Arabia con 3 persone a guardare le partite, non esiste!

Pubblicità

Napoli è una piazza molto importante e bisogna prendere un allenatore esperto che dia garanzie. A Possanzini voglio bene, l’ho sentito ieri sera, non credo che Napoli sarebbe la situazione più giusta per lui e forse neanche per il Napoli.

Gasperini è l’unico, secondo il mio punto di vista, che ha portato qualcosa di nuovo. Ha portato una mentalità diversa all’Atalanta. Veniva criticato perché dicevano che marcava a uomo e invece ha portato qualcosa di nuovo e fa esprimere bene anche i giocatori morti!

L’Atalanta col settore giovanile ha lavorato sempre bene ed infatti il club ha due grandi obiettivi regole e valori. Loro fanno crescere uomini, gente che sa fare questo mestiere. Gasperini sta bene lì perchè all’Atalanta fa il mestiere come vuole e nelle grandi squadre farebbe fatica ad esprimersi come vuole. Lui ha tutto, è diventata l’anima dell’Atalanta e il club glielo permette perchè porta risultati”.

Pubblicità
Pubblicità

in evidenza