RUBRICA #LBDV – Accadde oggi, Italia – Germania: “El Partido del Siglo”

Focus On Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

17 Giugno 1970 – Allo stadio Azteca di Città del Messico, si gioca “El Partido del Siglo“, la partita del secolo: è la semifinale del campionato mondiale del 1970, Italia – Germania Ovest, terminata 4 a 3 per gli azzurri al termine di una sfida epica, basti pensare che all’esterno dell’impianto c’è ancora una targa commemorativa. Fu una partita storica non solo per gli italiani, ma per tutti gli amanti del calcio. Intere generazioni hanno raccontato ai loro figli le emozioni di quella notte, raccontate in diretta da Nando Martellini con il suo stile sobrio e forse un po’ “algido”. Quella partita ha ispirato libri e film, ha prodotto aneddoti a fiumi, anche qualche “leggenda” che si è ingigantita con il passare del tempo.

L’Italia allenata da Ferruccio Valcareggi era campione d’Europa in carica ma aveva fatto un pessimo girone mondiale, con tre deludenti partite del girone eliminatorio e solo una squillante vittoria per 4 a 1 nei quarti contro i padroni di casa del Messico. I tedeschi, invece, avevano stravinto il girone ed eliminato ai quarti i campioni del mondo in carica, l’Inghilterra. La partita parte subito bene per gli azzurri che rompono il ghiaccio con Roberto Boninsegna dopo appena 8 minuti. Dopo il goal l’Italia si difende ad oltranza e il portiere Albertosi diventa grande protagonista. Al 92esimo, però, arriva la doccia gelata: il difensore Schnellinger segna in spaccata e porta la partita ai supplementari.

É proprio ai tempi supplementari che la partita assume caratteri cinematografici: Gerd Muller segna il gol del momentaneo vantaggio tedesco, approfittando di un grossolano errore della difesa italiana; il secondo gol con la maglia della nazionale di Tarcisio Burgnich vale il 2-2. L’Italia, un minuto prima della fine del primo tempo supplementare, passa addirittura in vantaggio, con uno straordinario diagonale di Riva dal limite dell’area. Al quinto minuto del secondo tempo supplementare, la Germania Ovest trova il pareggio sugli sviluppi di un corner: Seeler fa la sponda in area, l’ultima deviazione è di Müller che manda la palla in rete;Albertosi inveisce nei confronti di Rivera che, piazzato sul primo palo, non riesce a respingere il pallone che gli passa vicinissimo. Secondo una delle tante “leggende” Rivera gli risponde: “Adesso vado a segnare il 4 a 3”.

E così sarà, appena 60 secondi dopo. L’azione si sviluppa a sinistra, Boninsegna arriva quasi sul fondo e crossa in area dove arriva proprio Rivera che con un tiro di piatto destro manda all’angolino, spiazzando Maier che si era tuffato dalla parte opposto: un gol di incredibile bellezza che decide la sfida più incredibile. Finisce 4-3: l’Italia ritorna in finale di un campionato mondiale dopo 32 anni, generando fiumi di emozioni e festeggiamenti in tutte le piazze dello Stivale.

Print Friendly, PDF & Email