FISCHIO D’INIZIO MILAN – A Brescia gridando continuità

Condividi

Il nostro cuore è ancora fermo al minuto 93 del bellissimo match di domenica scorsa. Una partita che ha visto la rinascita di alcuni calciatori, considerati probabilmente fuori dal progetto del club, e la totale consacrazione di altri.

A tal proposito è doveroso menzionare il fenomeno Theo Hernandez, francese scoperto e portato a Milano da Paolo Maldini. Ultimamente si è scritto e letto molto sul suo conto e sulle sue gesta in campo, ma l’attenzione di chi scrive è stata catturata dal grido di esultanza dopo il goal. Un grido vero di chi, per questa maglia, sembra dimostrare senso di appartenenza e rispetto.

Ed è proprio da quel grido che bisogna partire nella gara in trasferta contro il Brescia. Una partita talmente delicata da trasformare il terreno di gioco in cristallo. La vittoria, questa sera, potrebbe riproporci in zona Europa, distante oramai solo due punti.

Nel Brescia peserà sicuramente l’assenza di Balotelli, mentre il Milan, oltre ad i soliti lungodegenti, dovrà rinunciare anche a Calabria. La formazione rossonera non dovrebbe subire grossi cambiamenti, ad eccezione del cambio di Calhanoglu per Bonaventura. Sarà confermato il 4-4-2 che, nelle ultime apparizioni, ha dato molte soddisfazioni.

La vittoria di domenica, oltre a dare l’enorme carica di una partita recuperata e vinta allo scadere, ha dato l’impressione di una formazione più lunga e con maggiori soluzioni.

Sarebbe bello rivedere in campo Rebic, magari bissare la prestazione di domenica scorsa, dando una rivincita alla coppia Boban-Maldini, unici ad aver creduto fortemente su di lui.

In ogni caso, anche a Brescia sempre e solo: Forza Milan.