#LBDV – Una giornata da… Bomber senza età

Condividi

L’ultimo turno di Serie A, e non solo, ha evidenziato un curioso dato: tanti bomber segnano e non perdono il vizio, malgrado l’età che avanza. Il mondo del calcio corre veloce, si sa, ma c’è chi sembra riuscito a bloccare la clessidra. Cristiano Ronaldo e Quagliarella, per esempio, continuano a segnare infischiandosene delle rispettive carte d’identità. O Ibrahimovic, che ha segnato a Cagliari dimostrando che un campione può tutto, anche se gioca da fermo e non ha più lo scatto di un ragazzino.

ZLATAN IBRAHIMOVIC, il bomber iz back

God iz back” e la Milano rossonera sorride. Prima partita da titolare per Ibrahimovic e prima rete in campionato, sette anni e duecento cinquanta giorni dopo l’ultima rete in Serie A. Ha già scritto il suo nome nella storia del calcio, ma con la rete di domenica ha battuto un altro record: è l’unico bomber della storia ad aver segnato almeno una rete in quattro decenni. A 38 anni, Zlatan Ibrahimovic ha riportato entusiasmo in casa Milan. Il passo non è più quello di un tempo, sia chiaro: Ibra corre poco, ma è decisivo come sempre. Tiro di prima, palla nell’angolino basso e poi braccia larghe ed esultanza da Dio: Ibra iz back.

CRISTIANO RONALDO, che numeri!

A novembre qualcuno pensava che Cristiano Ronaldo potesse aver iniziato la sua parabola discendente. Invece il cinque volte Pallone d’Oro ha spiazzato tutti: nove reti nelle ultime sei uscite in campionato! A segno anche nell’ultima gara di Champions League contro il Bayer Leverkusen, il portoghese ha steccato soltanto nella finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio negli ultimi due mesi. Cristiano Ronaldo è sempre decisivo: passano gli anni ma il suo score è sempre altissimo: anche contro la Roma ha timbrato il cartellino ed è stato decisivo. E pensare che qualcuno lo dava per finito…

FABIO QUAGLIARELLA, bomber eterno!

Ormai Fabio Quagliarella non fa più notizia. Il bomber di Castellammare è come il buon vino, più invecchia più diventa buono. Con la doppietta realizzata contro il Brescia, infatti, è salito al 18esimo posto della classifica marcatori di tutti i tempi in Serie A. Staccati Roberto Mancini, Filippo Inzaghi e Gigi Riva, fermi a 156 reti. Con 158 reti realizzate, l’attaccante della Sampdoria ora insegue Roberto Boninsegna. Cinque reti lo separano da un’altra leggenda del calcio italiano, Fabio è pronto a stupire ancora, anche a 36 anni…

SERGIO ‘KUN’ AGUERO, doppio record

Non solo Serie A, dicevo prima. Un altro attaccante over 30 si è preso la scena: sto parlando di Sergio Aguero. L’attaccante argentino classe 1988 ha realizzato una tripletta contro l’Aston Villa nell’ultimo turno di Premier League. Due record in uno: primato per numero di triplette nel campionato inglese: con 12 hat-trick, infatti, il ‘Kun’ ha superato Alan Shearer. Il secondo, tuttavia, è più prestigioso: dal 2011 con la maglia del Manchester City cucita addosso, il bomber argentino ha realizzato 177 reti in campionato. Ha ufficialmente superato Thierry Henry fermo a 175, ed è diventato il calciatore straniero ad aver realizzato più marcature nella storia della Premier League.

L’età è solo un numero, questi bomber senza età lo confermano…