I nostri Social

Napoli

Antonio Conte ha firmato: É il nuovo allenatore del Napoli

Pubblicato

il

Antonio Conte
Tempo di lettura: 2 minuti

Antonio Conte è il nuovo allenatore del Napoli.

Ha firmato il lungo e complesso contratto sul quale hanno lavorato in questi giorni i due pool di legali (di Conte e del club azzurro).

Triennale secco, nessuna via d’uscita, nessuna clausola.

Pubblicità

Non ci sono scappatoie, è un matrimonio in piena regola.
A Conte viene affidato il compito di riportare il Napoli a vincere.

Ora la palla passa al presidente Aurelio De Laurentiis per l’ufficialità definitiva e formale.

Il Napoli di Conte

Non è un segreto, ovviamente, che il modulo che Antonio Conte adotterebbe a Napoli sarebbe uno che prevede la difesa a tre.

Pubblicità

La difesa a tre, dopotutto, è un suo marchio di fabbrica, che insieme a Gasperini ha contribuito a rendere ben affermato anche nel resto d’Europa, vincendo titoli sia in Italia che in Inghilterra.

A proposito di Inghilterra, il modulo adottato al Chelsea sarà, con ogni probabilità, lo stesso che dovremmo vedere a Napoli: il 3-4-3.

Con delle ali come quelle del Napoli, soprattutto Kvicha Kvaratskhelia, i partenopei non potrebbero privarsi del loro apporto e per questo questo modulo sembra essere il più probabile.

Pubblicità

Le cessioni

Due cessioni sembrano essere ormai una pura formalità.

Due grandi eroi dello scudetto tra poche settimana lasceranno definitivamente la Campania, con altre destinazioni: VictorOsimhen e Giovanni Di Lorenzo.

Il primo viene da una stagione abbastanza tormentata, come tutto il Napoli, è la clausola è una ghiotta occasione per entrambe le parti con il Napoli che incasserebbe una lauta cifra da reinvestire per fare la squadra a immagine e somiglianza del nuovo tecnico e il nigeriano che avrebbe l’occasione di provare una nuova avventura, in Premier League o in un’altra big europea.

Pubblicità

Il capitano partenopeo, invece, ha di fatto annunciato l’addio, con il suo agente che ha esplicitamente affermato che il suo assistito non gode della fiducia del presidente. Su di lui ci sono diverse big di Serie A, come l’Inter campione d’Italia e la Juventus dell’ex ds partenopeo Cristiano Giuntoli.

Gli acquisti

Come detto, il mercato dei partenopei sarà sicuramente ricco di colpi per rivoluzionare la rosa grazie alla cessione di Victor Osimhen.

Il primo colpo sarà sicuramente in difesa, con Alessandro Buongiorno in pole position per sostituire Natan, che sembra essere in partenza, forse in prestito, dopo una prima stagione non all’altezza in Serie A.

Pubblicità

In attacco servirà un sostituto di Osimhen, alcuni hanno fatto il nome del vecchio pallino di Conte Romelu Lukaku, ma occhio anche ad una suggestione, al momento difficile, Federico Chiesa, il cui futuro alla Juventus è pieno di ombre.

Se dovesse partire, come sembra, Di Lorenzo, servirà anche un suo sostituto.
Sarà di certo un mercato intenso.

Gli obiettivi

Chiudiamo con gli obiettivi che proverà a conseguire il nuovo Napoli targato Conte.
L’assunzione di un tecnico di questa caratura rende chiaro l’obiettivo: lo scudetto.

Pubblicità

I partenopei, senza coppe europee e con un mercato ricco come quello che inevitabilmente li attende, non possono che puntare all’obiettivo massimo.

Bisognerà comunque superare delle concorrenze non da poco, come l’Inter schiacciasassi, la nuova Juventus probabilmente guidata da Thiago Motta e un Milan che investirà per accontentare il nuovo tecnico, ma il Napoli non può che puntare al massimo.

Sarà sicuramente una bella Serie A l’anno prossimo.

Pubblicità

(Foto: Depositphotos)

Produttore Esecutivo in Mediaset per contenuti di informazione (hardnews e softnews), telegiornali e talk tv prime-time. Ho ideato il progetto LBDV e fondato la testata giornalistica. Sono amante del dubbio, socratico per formazione e mi piace guardare al di là delle apparenze tutto, le persone e la vita.

in evidenza