Lazio, Il ritorno di Hoedt. L’analisi delle ultime stagioni dell’olandese

Calciomercato Lazio SERIE A Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

La Lazio ha chiuso per il ritorno a Roma di Wesley Hoedt. Il giocatore olandese, che aveva militato in maglia biancoceleste fino al 2017, arriva in prestito dal Southampton con diritto di riscatto a favore della società capitolina.

In Inghilterra ha disputato 45 presenze in un anno e mezzo tra campionato e coppe. A metà della stagione 2018/2019 è stato girato in prestito in Spagna al Celta Vigo con il quale ha disputato 10 partite.

La scorsa stagione un nuovo prestito in Belgio, al Royal Antwerp, 25 presenze da titolare inamovibile fino allo stop del campionato di marzo per la pandemia di Coronavirus.

Hoedt oggi, pregi e difetti

Abbiamo esaminato per voi le prestazioni di Hoedt nell’ultima stagione ritrovando un giocatore sostanzialmente invariato rispetto a quello che lasciò Roma.

Il piede sinistro,  sempre educato e preciso nell’impostazione, è rimasto tale come si evince dal filmato. Il senso della posizione e lo stacco di testa, aiutato dai centimetri della sua altezza lo fanno preferire in posizione centrale in una difesa a 4. I belgi infatti hanno disputato la stagione con questo modulo difensivo schierando Wesley come centrale di sinistra. In campo aperto ha palesato gli antichi difetti soffrendo molto gli attaccanti veloci. Per far fronte a questa difficoltà spesso usa l’anticipo sull’avversario come arma difensiva rischiando così a volte il fallo. Pare chiaro che, in una difesa a 3 come quella di Inzaghi, la posizione di terzo a sinistra sia un vestito che rischia di essere troppo largo per il suo fisico che invece potrebbe giovare del ruolo di centrale protetto dai due “braccetti” laterali.

In attesa dell’ufficialità dell’affare ecco il video realizzato per voi.

(Foto sslazio.it)

Print Friendly, PDF & Email