Brescia, le parole del preparatore: “Almeno un mese per ricondizionare i giocatori”

News
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

La ripresa della Serie A è ancora avvolta in un nuvola di dubbi soprattutto per quanto riguarda le condizioni fisiche dei giocatori che in questi giorni di quarantena provano a mantenersi in forma con allenamenti domestici.

Ad affrontare il tema della possibile ripartenza dei campionato è stato Francesco Bertini, preparatore del Brescia che al Corriere della Sera ha spiegato tutti i suoi dubbi:

Magari fosse un ritiro. In estate si arriva da attività aerobiche che mantengono il tono. La grande difficoltà ora sarà il contatto a terra: i giocatori sono abituati a gestire pressioni, come i salti, che non sono naturali. Il corpo poi si abitua, la difficoltà sarà riadattarli. Passare dal divano all’attività fisica di alto livello è molto rischioso. Serve almeno un mese, temo ci sarà un’impennata di infortuni muscolari e articolari. Spero di sbagliarmi. Distanza di un metro? Possibile all’inizio, ma in una partita?”, ha concluso il preparatore del Brescia.

Print Friendly, PDF & Email