Roma – Juventus, le pagelle motivate

Condividi

PAGELLE ROMA – JUVENTUS

ROMA:

Pau Lopez, voto 6: Sicuro sulle uscite ed ottimo nel rispondere su un diagonale di Ronaldo. Forse un po morbido nell’azione che porta al rigore, ma è incolpevole su entrambi i gol incassati.

Florenzi, voto 6,5: Tra i migliori nella ripresa quando con la sua corsa mette in difficoltà Alex Sandro.

Smalling, voto 5,5: Soffre la buona vena di Dybala e Ramsey. Cicca di testa sul cross che porta al gol di Demiral.

Mancini, voto 6,5: Meglio del compagno di reparto. Regge l’urto degli attaccanti bianconeri sia col fisico che con la velocità.

Kolarov, voto5: Sbaglia tanti palloni e soprattutto tante scelte. Appare piuttosto in debito d’ossigeno dato l’ampio minutaggio giocato in stagione.

Diawara, voto 6,5: Recupera molti palloni soprattutto nel secondo tempo. Il suo dinamismo mette in grande difficoltà Pjanic.

Veretout, voto 4,5: Compie un autentica follia in occasione del rigore. Per giunta non brilla affatto nell’arco del match. Dal 55′ Cristante, voto 6: Meglio del compagno se non altro perché corre tanto e da una buona mano a Diawara.

Zaniolo, voto 7: Esce in lacrime per un brutto infortunio al ginocchio destro al termine di un’azione devastante. I più sinceri auguri di pronta guarigione da tutta la redazione. Dal 34′ Under, voto 6,5: Entra in campo molto propositivo e si candida per sostituire lo sfortunato compagno in pianta stabile.

Pellegrini, voto 5: Tra i giocatori più attesi della sfida, fatica a trovare la posizione in capo e pertanto è poco presente nelle azioni offensive dei suoi.

Perotti, voto 6: Trasforma con la consueta tecnica il rigore che riapre il gioco al minuto 68. Nel complesso gioca una gara senza picchi e con poche sbavature. Dal 82′ Kalinic, senza voto.

Dzeko, voto 6,5: Fatica non poco ad entrare in partita. Si sveglia quando si gira in area e colpisce il palo, poi guida i suoi nell’assalto finale.

All. Fonseca, voto 6,5: La Roma c’è e a sprazzi gioca molto bene. Paga soprattutto alcune amnesie difensive dei singoli.

PAGELLE ROMA – JUVENTUS

JUVENTUS:

Szczesny, voto 6: Non è chiamato a compiere grandi interventi e si limita all’ordinario. Imparabile il rigore di Perotti.

Cuadrado, voto 6,5: Spinge di continuo sulla sua fascia di competenza, sia da terzino che da ala. Alcune piccole imprecisioni ne pregiudicano l’efficacia.

Bonucci, voto 6: Nella ripresa argina con grande difficoltà la fisicità e la classe di Dzeko. Guida la retroguardia da leader e Capitano.

Demiral, voto 7: Voto difficile da assegnare visto il minutaggio ridotto. Segna il gol del vantaggio con una zampata sul secondo palo, poi si fa male al ginocchio. Si spera che l’infortunio non sia troppo grave. Dal 19′ De Ligt, voto 7: Entra in campo con il piglio giusto. Domina sulle palle alte scodellate in quantità in area bianconera e non sbaglia nulla negli interventi.

Alex Sandro, voto 5,5: Partita a due facce quella del terzino brasiliano. Bene se non benissimo nel primo tempo, appare stralunato nel secondo. Ingenuo in occasione del rigore concesso alla Roma.

Rabiot, voto 6: Parte bene e gioca nel complesso un ottimo primo tempo. Si spegne un pò nella ripresa, ma si mantiene ordinato e diligente.

Pjanic, voto 5: Sbaglia tanti palloni, alcuni in modo banale. Va in difficoltà soprattutto a causa della marcatura stretta di Diawara.

Matuidi, voto 6,5: Preziosissimo nel tamponare il gioco avversario soprattutto nel finale.

Ramsey, voto 6,5: Un po’ come per Cuadrado pecca nell’ultimo passaggio. Tra i migliori in fase di palleggio nello stretto. Dal 69′ Danilo, voto 5: Va in difficoltà fin da subito compiendo anche qualche errore grossolano.

Dybala, voto 7: Il migliore in campo per distacco nel primo tempo. Suo l’assist per il gol da Demiral e suo anche il breack che causa il rigore del 2-0. Dal 69′ Higuain, voto 6: Fa sentire il suo peso in avanti. Segna un gran gol con un diagonale di sinistro imbeccato da Ronaldo. Peccato fosse in fuorigioco di un capello.

Ronaldo, voto 6,5: Al di là del rigore trasformato, mostra una condizione brillantissima. Gioca bene anche per la squadra e fallisce di poco il gol del 3-1 che avrebbe chiuso i giochi.

All Sarri, voto 6,5: Vince su un campo difficile mostrando duttilità in fase difensiva nel momento della difficoltà.