DONNE & PALLONE – Serie A femminile

DONNE & PALLONE Focus On Htest
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

ROMA CAMPIONE D’INVERNO, LA JUVE SCAVALCA LA FIORENTINA E ALLUNGA SULL’INTER

A sorpresa la Roma si laurea campione d’inverno. Le giallorosse di mister Spugna liquidano, con un secco e inequivocabile 2-0, la Sampdoria e allungano di un punto sulla Fiorentina, costretta al pari interno dall’Inter. Le gigliate peraltro perdono il secondo posto a scapito della Juventus, vittoriosa in extremis e a fatica su un redivivo Parma. Il pareggio interno del Milan contro il Como allontana di un altro punto la quarta piazza, ultimo posto per partecipare ai playoff scudetto.  In coda la prima vittoria stagionale del Sassuolo consente alle neroverdi di mister Piovani di scavalcare il Parma e di agganciare a quota sei il Como, reduce da un importante pareggio esterno contro le rossonere.

ROMA-SAMPDORIA 2-0 (Giugliano, Haug)

Il 3-5-2 molto spinto, con due attaccanti a tutto campo sulle fasce, funziona, eccome. Dopo la vittoria in Supercoppa contro la Juventus, anche contro la Sampdoria infatti ha dato i suoi frutti, visto che le doriane, incassato un gol su una punizione magistrale di Giugliano, hanno faticato a rientrare in partita e nella ripresa hanno subito il colpo del ko.

PARMA-JUVENTUS 1-2 (Martinovic, Boattin, Gunnarsdottir)

Debutto amaro e sfortunato per il nuovo mister crociato Panico. Il suo Parma, autore di uno splendido primo tempo culminato con la rete del vantaggio di Martinovic, subisce la rimonta nei minuti di recupero finali con un memorabile uno-due di Boattin e Gunnarsdottir. Decisivo nel tenere difendere il momentaneo vantaggio delle ducali il portiere Capelletti, in diverse circostanze vera e propria saracinesca della squadra.

FIORENTINA-INTER 0-0

Un tempo a testa (meglio l’Inter nel primo tempo, più convinta e convincente la Fiorentina nella ripresa) e pareggio che non accontenta nessuno. Al giro di boa la Fiorentina chiude comunque al terzo posto, risultato certo inaspettato all’inizio di questa stagione. Le nerazzurre si fanno superare dalle bianconere ma anche il campionato delle ragazze di mister Guarino è stato più che positivo nonostante qualche rallentamento nelle ultime uscite.

SASSUOLO-POMIGLIANO 2-1 (Popadinova, Gallazzi, Clelland)

Le neroverdi soffrono non poco, ma alla fine portano a casa, per la prima volta in questa stagione, tre punti che fanno classifica e che danno morale. Il Pomigliano infatti con una botta della giovane Gallazzi era riuscito a pareggiare i conti dopo la rete di Popadinova. Decisiva per la vittoria la rete dell’esperta bomber Clelland.

MILAN-COMO WOMEN 3-3 (Thomas, Thomas, Karlenas, Fusetti, Beccari, Rizzon)

Le rossonere di mister Ganz sprecano due volte il doppio vantaggio e alla fine vengono raggiunte nel finale, in una sfida altamente spettacolare, sconsigliata ai deboli di cuore. Brave le lariane a non arrendersi mai. Per il Milan due punti persi, per le comasche un punticino, alla fine, meritato.

Vertice della classifica dei marcatori inalterato, con Polli e Girelli alla testa con sette seti, seguite da Chawinga e Asllani a sei, da Giacinti a cinque, da Beerensteyn e Haug a quattro. A tre reti Cantore, Kajan, Gago, Mijatovic, Haavi, Kubassova, Rizzon e Martinovic, a due Karchouni, Ajara, Rincon, Bonetti, Beil, Nilden, Van der Gragt, Mesziasz, Boquete, Bonansea, Tomaselli, Beccari, Thomas, Clelland e Boattin.

Print Friendly, PDF & Email