ANGOLO NAPOLI – Leoni d’Olanda in abiti splendenti

Angolo del tifoso Focus On Htest Napoli
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il Liverpool al Maradona, l’Ajax a domicilio.

In mezzo, i Rangers all’Ibrox Stadium.

Nove punti al ritorno in Champions, con tredici gol realizzati, due gol subiti ed una straripante sensazione di controllo e consapevolezza, spargendo nell’aria un profumo di indescrivibile bontà.

È il Napoli di Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui, Anguissa, Lobotka, Politano, Zielinski, Kvaratskhelia e Raspadori, ma anche di Mario Rui, Ndombele, Simeone, Oliveira, Elmas, Gaetano, Zanoli e Zerbin, in attesa (tra poco) che sia di nuovo anche di Osimhen.

È la squadra, su tutti, di Luciano Spalletti, sarto nobile capace di regalare all’Europa che conta un gruppo in abito elegante, lucente, brillante e abbacinante nel suo splendore.

La notte di Amsterdam lascia pochi dubbi su quello che nella prima parte di stagione era parso già evidente: il Napoli è forte, ha personalità, voglia di protagonismo e fame di vittorie.

Vedere gli azzurri calcare i rettangoli d’Europa regalando prestazioni come quella di stasera è uno spot per l’Italia intera e per la serie A, un risarcimento sontuoso per tutti quelli che negli anni passati sono stati mortificati (e non poco) in lungo e in largo nel vecchio continente.

Michael Crichton ha scritto che nella vita si è destinati ad incontrare persone che proveranno a sminuire i nostri successi ed è per questo che tocca a noi non essere i primi.

Allo stesso tempo, però, la vittoria probabilmente più larga di sempre degli azzurri in Champions League vale certamente un’esaltazione che duri legittimamente almeno una notte.

Perché da domani si ritorna coi piedi per terra, si ricomincia a pedalare in salita tenendo le mani sul manubrio e restando concentrati. Senza sottovalutare nessuno, ma con la consapevolezza – enorme – di giocarsela contro chiunque.

Perché se – come amava ripetere Erich Fromm – il compito principale della vita di ognuno è “dare alla luce se stesso”, il Napoli ci sta riuscendo alla grande.

Con un dominio assoluto, una superiorità straripante, una bellezza che incanta.

È bello finché dura, ma la sensazione è che mai come quest’anno possa durare un po’ di più.

Print Friendly, PDF & Email