DONNE & PALLONE – Serie A femminile

DONNE & PALLONE Focus On Htest News
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

MATCH-SCUDETTO ALLA JUVE MA IN TESTA RESISTONO FIORENTINA E SAMPDORIA

La Juventus, fermata alla seconda giornata dall’Inter, riprende il passo battendo di misura la Roma, alla vigilia del campionato la più accreditata concorrente alla vittoria finale. Le due sorprese di questo inizio di campionato, vale a dire Fiorentina e Sampdoria, due formazioni sparagnine ed utilitaristiche, resistono in testa a punteggio pieno grazie al successo di misura rispettivamente in casa contro il Parma e contro il Como, in trasferta. Pure l’Inter, vittoriosa con un punteggio tennistico contro il Pomigliano, resta appaiata alla Juventus, due punti sotto il duo di testa. Il Milan finalmente si sveglia liquidando senza grandi problemi la pratica Sassuolo, formazione dei piani alti, se non altissimi, che sta pagando a caro prezzo un mercato estivo che finora non si è rivelato all’altezza. Le rossonere di Ganz possono cominciare la rincorsa alla zona play-off scudetto, obiettivo minimo stagionale. Battuta d’arresto del Parma che resta a quota tre (finora due sconfitte e una vittoria), mentre il Como, nonostante il grande cuore messo in campo dalle proprie calciatrici, ancora una volta resta con un pugno di mosche in mano per un gol subito al 93’. Pomigliano e Sassuolo, ancora sul fondo a quota zero punti, sono chiamate a dare al più presto un segno di vita.

JUVENTUS-ROMA 1-0 (Cernoia)

Nella sfida-scudetto il primo tempo è di marca giallorossa, le bianconere sornione reggono e nella ripresa colpiscono affondando le ragazze di Spugna con l’unico tiro in porta effettuato contro i dieci delle avversarie. Decisiva per la conquista dei tre punti la fuoriclasse francese della porta bianconera, Peyraud-Magnin.

INTER-POMIGLIANO 6-1 (Polli, Polli, Polli, Verena, Karchouni, Ajara, Ajara)

Le nerazzurre di Guarino chiudono la pratica già nel primo tempo, poi nella ripresa passeggiano, grazie alla vena della giovane Polli, autrice di una tripletta, e dell’attaccante africana Ajara tornata a segnare il tabellino delle reti con una doppietta. Le campane sono state in partita un tempo, troppo poco.

MILAN-SASSUOLO 3-1 (Vigilucci, Grimshaw, Jane, Mesjasz)

Prima vittoria stagionale per le rossonere, peraltro meritata. Il Sassuolo, sotto di due reti alla fine del primo tempo, prova a riprendere la partita ma, complice la giornata-no del portiere Kresche, il tentativo di rimonta con il gol dell’ex Jane non va in porto.

COMO WOMEN-SAMPDORIA 0-1 (Rincon)

Una vera e propria beffa per le ragazze di De La Fuente che fanno la partita ma nella ripresa subiscono il ritorno delle più esperte doriane che con una zampata di Rincon su punizione, complice un’uscita avventata di Korenciova, si portano a casa l’intera posta.

FIORENTINA-PARMA 2-1 (Kajan rig, Martinovic, Catena)

Vittoria sofferta ma cercata per le ragazze di Panico. Passate in vantaggio su calcio di rigore, le gigliate nella ripresa soffrono il ritorno delle gialloblu (che agguantano il pari) ma poi chiudono i conti con la giovane Catena, lesta a mettere dentro la porta una palla scagliata da Monnecchi che aveva colpito la traversa. Una rete pesante che consente alle toscane di mantenere, seppure in coabitazione con la Sampdoria di Cincotta, la testa della classifica.

La classifica dei cannonieri vede sempre Girelli in testa con quattro reti, seguita da Beerensteyn raggiunta a tre da Polli e Kajan, a due Gago, Chawinga, Karchouni, Ajara e Rincon.

Print Friendly, PDF & Email