Napoli, il rinnovo di Mertens non è un problema di soldi…(INDISCREZIONE)

Calciomercato Napoli Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Il blitz di pochi giorni fa del Presidente del Napoli  Aurelio De Laurentiis  a casa di Dries Mertens ha lasciato aperte le porte ad ogni soluzione.  A palazzo Donn’Anna  il patron azzurro ha illustrato al belga la strada che la società  vorrebbe percorrere per arrivare alla soluzione del problema  “rinnovo di contratto”. Ingaggio annuale e forte riduzione dello stipendio per continuare insieme la storia, questa la proposta della società.

Amore sconfinato

“Ciro” ama incondizionatamente la città di Napoli, i napoletani e la squadra. Il nome dato al figlio un segno tangibile di questo amore. È anche  riconoscente verso la società per averlo accontentato economicamente nell’ultimo prolungamento  (due anni a 4 milioni e mezzo con opzione, a favore della società, per il terzo in  piena pandemia da Covid-19).

In virtù di tutto questo, da quanto appreso dalla nostra redazione, nella chiacchierata fronte mare a casa Mertens e successivamente nell’incontro svoltosi poco prima della cena tra società, staff e squadra all’Hotel Serapide a Pozzuoli, il problema economico sarebbe restato ai margini del discorso. Non è quello la preoccupazione del bomber azzurro, che avrebbe invece sottolineato al presidente la voglia di essere maggiormente preso in considerazione nelle rotazioni della squadra e non solo come ripiego occasionale anche in futuro. Il mondiale in Qatar è l’ultima grande vetrina internazionale della sua carriera e Mertens vorrebbe arrivarci nelle migliori condizioni fisiche possibili.  Per poter aiutare De Bruyne, Lukaku & co. a realizzare il sogno di un’intera nazione certamente ma anche per lasciare una traccia indelebile nella storia calcistica del suo Paese.

Dinamiche difficili

Resta da capire come può una società dare queste certezze al giocatore al netto di chi sarà l’allenatore del Napoli la prossima stagione. Certo si potrebbe operare in sede di mercato, per regalare a Dries il ruolo di dodicesimo uomo, prima alternativa di ogni ruolo d’attacco. Ma il tempo davanti è ancora molto e le scelte del team Giuntoli potrebbero far cambiare molte cose. Il tutto senza tenere conto dell’incognita panchina. Per Mertens sarebbe una scommessa, per la società la solita certezza con la maglia numero 14 sulle spalle.

(Foto: instagram Mertens)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch

Print Friendly, PDF & Email