Maradona

#SOCIALVLAD – Maradona, l’ultimo saluto con arte e genialità

Social
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

La prematura dipartita di Diego Armando Maradona scosse il mondo intero, nessuno escluso da questo tragico evento inaspettato. Il sessant’enne lasciò tutti – come suo solito – a bocca aperta, salutando la vita terrena quando meno ci si aspettava. Sembrava ormai fuori pericolo post operazione – effettuato lo scorso 3 novembre 2020 per rimuovere un coagulo al cervello – ma così non fu. In tanti diedero l’estremo saluto al più grande fuoriclasse di questo sport, a El Pibe de Oro, a D10S; tanti sono gli appellativi con cui chiamare la maestà del fútbol. L’omaggio a Diego non risparmiò nessuno: grandi calciatori del passato e del presente, club con cui ha giocato e che ha affrontato, sportivi di ogni genere, uomini dello spettacolo, giornali di ogni angolo del globo fino ad arrivare ai suoi tifosi e a tutti gli amanti di questo sport.

Un capitolo a parte merita l’amore viscerale dei napoletani, i quali si raccolsero in una vera e autentica veglia all’esterno di quella che fu casa sua: il San Paolo, che inevitabilmente porta il suo nome. Altri luoghi di culto sono stati i murales presenti in giro per la città, dallo storico a quartieri spagnoli, in via Emanuele de Deo fino ad arrivare al più recente di Jorit nel quartiere di San Giovanni a Teduccio.

A noi de Le Bombe Di Vlad – in questo articolo – piacerebbe ricordarlo con tutte le vignette pubblicate nelle prime ore dopo il decesso in suo onore. Un mix di arte e genialità per salutare un uomo che fu arte e genialità sul prato verde. Di seguito la raccolta delle migliori vignette prese dal web:


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter