NAPOLI

Osimhen: il Napoli dovrà farne a meno a lungo, il motivo

Napoli News Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

La notizia più brutta per il Napoli è arrivata allo stadio San Siro nel corso del match contro l’Inter, vinto dai nerazzurri per 3-2. Ma il risultato c’entra ben poco. Il contrasto fortuito con Milan Skriniar è risultato fatale per Victor Osimhen, uscito anzitempo con un vistoso gonfiore attorno all’occhio sinistro. La diagnosi è perentoria: fratture multiple tra orbita e zigomo, con relativo intervento annunciato nelle prossime ore.

Una mazzata per Luciano Spalletti, che ha costruito per lui la veste tattica di questo Napoli che ancora oggi è capolista comprimaria con il Milan. Ma adesso sarà dura tenere il passo innestato a oggi, dato che gli azzurri senza l’ex Lille arrancano e non poco.

UN PROBLEMA CHE SI RIPRESENTA

L’anno scorso Osimhen è stato per diverso tempo fermo ai box, tra i problemi alla spalla e il Covid che lo ha colpito proprio all’inizio di questo 2021. Non sono ancora chiare le tempistiche dell’infortunio, tant’è che si attende la valutazione del medico operante per dare una stima più precisa sul suo possibile ritorno in campo.

In ogni caso, lo scorso anno il club azzurro ha patito su ogni fronte l’assenza del suo numero 9. Basti pensare alla differenza nella media punti (2.12 con Osimhen in campo, 1.85 senza), così come al modo completamente diverso di interpretare il gioco imposto dalla mancanza del suo punto di riferimento principale offensivo.

La sfortuna sembra essere il grande neo della parentesi napoletana di Victor Osimhen. Condivisa però dal Napoli, che si è ritrovato spesso – per cause di forza maggiore, ovviamente -, prima con Gattuso e adesso con Spalletti, a fare i conti con una squadra rimaneggiata. E il pensiero non può che andare anche alla prossima Coppa d’Africa, che potrebbe rischiare addirittura di prolungare la sua assenza più del dovuto.

A RISCHIO LA COPPA D’AFRICA? INTANTO IL NAPOLI TREMA

Le ipotesi più ottimistiche per una sua completa guarigione si attestano attorno al mese. Settimane in cui il Napoli si gioca molto della sua stagione, con numerosi scontri diretti (uno su tutti, quello contro il Milan). Senza dimenticare le due partite di Europa League, nelle quali i partenopei si giocheranno l’accesso diretto agli ottavi di Europa League.

Non è escluso però che lo stop possa essere più lungo di un mese. Ed ecco che il rientro potrebbe essere effettivo proprio a ridosso della Coppa d’Africa, competizione che parte a inizio gennaio e che porterà via i calciatori africani per diverse settimane. Appuntamento a cui Osimhen non vorrà mancare con la sua Nigeria, nonostante le legittime preoccupazioni di Aurelio De Laurentiis.

Il presidente azzurro si è sempre schierato contro le tempistiche e le modalità di svolgimento della competizione, cercando di trovare, invano, soluzioni volte a contenere l’emergenza. Adesso, la possibile beffa oltre il danno: sì, perché il Napoli può rischiare di vedersi costretto a rinunciare Osimhen non appena l’infortunio sarà lasciato alle spalle.

Tempi di recupero permettendo, ovviamente. Nel caso in cui la data di recupero dovesse slittare di qualche settimana (le stime più pessimistiche parlano anche di due mesi), Osimhen potrebbe saltare anche la competizione africana. In ogni caso, la certezza sembrerebbe essere che l’assenza si annuncia lunga e dolorosa. A prescindere dal quadro clinico del calciatore, con l’incognita Coppa d’Africa che potrebbe ‘annullare’ eventuali precocità per il ritorno in campo.

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch