angolo milan

ANGOLO MILAN – Il Milan mata il Toro e vince ancora

Angolo del tifoso Milan SERIE A
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Ventotto punti in dieci partite. Non è stato vinto nulla, la Roma di Rudi Garcia nella stagione 2013-2014 fece meglio, arrivando a trenta, eppure non vinse nulla. Ma una cosa è certa: questo Milan, senza tanti titolari, senza una continuità di gioco, sempre con gli stessi undici sta dimostrando una solidità che spiazza ancora una volta quelli che si definiscono esperti della materia. Di questi tempi, durante i quali tutto dev’essere sempre analizzato e giudicato su parametri assoluti, si fatica ad accettare il principio secondo cui la palla è rotonda. Ma tant’è. Il Torino ha fatto un’ottima partita, tanti passaggi completati (l’80% sul totale di 475), tanto possesso palla (56%), tanti tiri (12), tanti contrasti (18) e tante occasioni anche clamorose. Eppure ha vinto il Milan.

Primo Tempo

Rispetto a Bologna, formazione cambiata con le novità Romagnoli, Kalulu e Giroud. Partita molto contratta in avvio, con tante interruzioni: i rossoneri però sono ben messi in campo e passano alla prima vera occasione da gol. Al 14′ calcio d’angolo di Tonali, Krunić stacca di testa per Giroud che appoggia in rete da pochi passi per il vantaggio del Milan. Il gol dell’attaccante francese sblocca il punteggio ma non la partita: le occasioni, nel resto del primo tempo, sono poche e si possono riassumere in un paio di iniziative di Leão e in un colpo di testa di Krunić di poco a lato, con i rossoneri che però si difendono con ordine, rendendo vano il possesso palla granata.

Secondo tempo

Al rientro dagli spogliatoi Pioli decide di non rischiare con gli ingressi di Kjær ed Hernández al posto dei già ammoniti Romagnoli e Kalulu. Sono proprio Simon e Theo i protagonisti di due occasioni a stretto giro: al 69′ il danese sfiora di testa su corner, al 72′ il francese mette in mezzo un cross interessante su cui Giroud anticipa Bennacer. Gli ospiti non mollano e al 76′ Tatarusanu si produce in una grande parata su Sanabria. Ci prova Hernández con un sinistro potente da fuori all’82’, mentre all’85’ Praet scheggia la traversa e fa tremare San Siro. I granata insistono e in pieno recupero è due volte decisivo Tătăruşanu, anche nello smanacciare una sfortunata deviazione di Tomori. Finisce 1-0.

Considerazioni finali

Altri tre punti, quindi la migliore benzina possibile in vista dei prossimi appuntamenti. E il primo, in ordine di tempo, sarà domenica sera, quando il Milan sarà di scena all’Olimpico contro la Roma di José Mourinho.

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter