Fantozzi SOCIALVLAD

#SOCIALVLAD – Il ricordo di una sfida tragicomica

Social
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Domenica sera sarà finale. Gli Europei di Calcio 2020 si concluderanno con Italia – Inghilterra.

Sarà il ricordo di una sfida dal sapore internazionale per la quale l’attesa è tanta e l’emozione è incontenibile.

Una sfida da tanti precedenti, 27 per l’esattezza, distribuiti tra 11 vittorie per la Nazionale italiana, 8 per gli inglesi e altrettanti 8 pareggi.

Una sfida tragicomica

Tra tutte le sfide, però, una su tutte ci riporta indietro nel tempo e ci fa sorridere.

E’ sera.

Dallo Stadio di Wembley si sta per trasmettere la partita Italia – Inghilterra valevole per la Coppa del Mondo.

Un programma formidabile per la serata: mutande, poltrona, Birra Peroni ghiacciata, frittatona di pasta e… rutto libero!

Moglie e figlia avvisate: “Non ci sono per nessuno stasera“. Ma del resto la città è vuota, tutti sono davanti alla TV, comodi sui loro divani e attendono il fischio di inizio dell’arbitro.

Eppure qualcuno aveva deciso di non vederla quella partita. E’ il capo ufficio che chiama e convoca tutti in azienda per vedere un film cecoslovacco.

Come rifiutare un simile invito? Non è possibile, purtroppo. Il capo ufficio è estremamente severo e non ammetterebbe scuse. Potrebbe dare dure punizioni e arrivare fino al licenziamento per non aver accettato con giubilo e trasporto il suo invito sul grande schermo.

In una città deserta una sola auto cammina lentamente: è la mitica Bianchina di Fantozzi. 

Terminate le perquisizioni nei pantaloni e nelle giacche per consegnare le radioline, inizia la visione della Corazzata Potemkin.

Angoscia e ansia, miste a tristezza e depressione. Mentre l’Italia portava a casa un incredibile  20 a 0 con tutti i suoi giocatori in rete. Persino il mitico e indimenticabile Zoff.

E’ il ricordo del Secondo tragico Fantozzi dell’indimenticato Paolo Villaggio che riaffiora alla mente ripensando a Italia – Inghilterra.

Domenica non ci siamo per nessuno. Il capo ufficio capirà! Anzi possiamo dire con certezza che anche il capo ufficio sarà in prima fila a vederla.

Perché domenica è finale. E, al di là del risultato, i nostri cuori faranno certamente venti battiti al secondo.

Forza azzurri!

(Foto: web)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch