dionisi

Sassuolo, presentazione ufficiale per mister Dionisi

News Sassuolo Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Il Sassuolo ha presentato ufficialmente in conferenza stampa il nuovo tecnico Alessio Dionisi. Il portale Sassuolonews.net riporta l’intera intervista all’allenatore, ecco un estratto delle domande più rilevanti.

Perché ha scelto Sassuolo? “Sono qui perché il Sassuolo ha scelto me e per me è stato molto stimolante. Il Sassuolo è una società importante che sta dimostrando sul campo un’identità. So che l’eredità è difficile, ma sarà molto stimolante”.

Impressioni sull’ambiente e sulla squadra? “Ho avuto una ottima impressione, fermo restando che il primo periodo è sempre di conoscenze e sorrisi, ma le impressioni confermano l’idea che mi ero fatto da fuori. Ho trovato un ambiente motivato, ho già sentito i ragazzi. Domani inizieremo come gruppo squadra e lì inizieremo a conoscerci ancora più a fondo. Ho trovato un gruppo sano e voglioso di dimostrare ancora”.

Si è parlato tanto del suo addio all’Empoli. Cosa ha da dire in merito? “Tutto quello che ho sentito mi ha fatto arrabbiare. Se sono arrivato a Sassuolo, se la società ha scelto me e il mio staff, è grazie al percorso che è stato fatto. Ho allenato in D e ho fatto un percorso per arrivare qui. Grazie all’Empoli, soprattutto ai giocatori e ai dirigenti. Grazie a tutti quelli che mi hanno supportato. Grazie al Venezia, all’Imolese. Nelle separazioni dei problemi possono esserci, il tempo dirà se sono capricci o cose reali. Mi aspettavo la domanda, ma non voglio fare polemica”.

Con quale sistema di gioco pensi di giocare? “Il Sassuolo dell’anno scorso giocava bene e ottenendo risultati. Questo è l’obiettivo: giocare, riconoscersi e mettere i giocatori in condizioni di esprimersi. Ci sono giocatori bravi, li devo mettere nelle condizioni di far bene. Non ho mai pensato di fare un sistema di gioco per quello che penso io, vorrei che si giocasse per un’idea comune che è quella dell’allenatore”.

Ti vedi a lungo su questa panchina? “Il mio obiettivo è non far ricredere le persone che hanno puntato su di me. Non sono stato un grande giocatore, ma ho cambiato 3 squadre. Ho allenato squadre sempre migliori l’anno successivo, è difficile perdere queste opportunità per un allenatore. Per me Sassuolo è una grandissima opportunità, poi sta a me meritarmela”.

Foto: profilo Twitter Empoli

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitterTwitch