CINQUE IN PAGELLA – Spezia-Napoli 1-4

Napoli News Rubrica Spezia
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Il mezzo passo falso della gara contro il Cagliari è stato prontamente messo alle spalle grazie ad una superba prestazione di squadra. Nel primo tempo gli azzurri fanno la voce grossa fin da subito. Belle trame di gioco, eccellenti giocate dei singoli e i primi 45’ si chiudono sul 3-0. In rete ci vanno Zielinski e un devastante Osimhen, autore di una doppietta. Nella ripresa lo Spezia prova a recuperare, Piccoli va in rete ma Lozano appena entrato fa 4-1.

Spezia

Provedel: Voto 5

Il Napoli gioca al tiro al bersaglio e lui può poco.

Vignali: Voto 5

Osimhen gli fa venire le traveggole. Ricorre spesso al fallo.

Marchizza: Voto 5

Un fantasma.

Maggiore: Voto 5.5

Si danna il capitano ma c’è troppo Napoli.

Chabot: Voto 5

Non riesce a fare molto il mastodontico difensore spezzino.

Ismajli: Voto 5

E’ spesso in affanno e non può nulla contro la velocità degli avversari.

Estevez: Voto 5.5

E’ tra i pochi a provarci anche se con scarsi risultati (dal 77’ Acampora: S.V.).

Ricci: Voto 5

Prestazione che non lascia traccia.

Agudelo: Voto 6

Ci prova nonostante tutto (dal 77’ Saponara: S.V.).

Verde: Voto 5

Buona la gara attacco e difesa (dal 46’ Piccoli: Voto 6.5 Ci crede e fa gol).

Gyasi: Voto 6

Tra i migliori. Suo l’assist del 1-3  (dal 67’ Farias: Voto 5.5 Una mezz’ora senza squilli).

Italiano: Voto 5

Lo ha detto dopo dieci minuti di gara che ci sarebbe stato da soffrire. Stavolta Gattuso lo asfalta.

Napoli

Meret: Voto 6

Protagonista della gara contro il Cagliari, il portiere azzurro in una gara delicatissima trascorre un pomeriggio tranquillo. Nell’unico assalto para ma non è irresistibile e lo Spezia fa gol.

Di Lorenzo: Voto 7

Per rendimento, il terzino della nazionale è stato probabilmente il miglior azzurro della stagione. Nella gara odierna non si smentisce, va come un treno, creando importante superiorità. Bella l’incursione e intelligente l’assist in occasione dell’1-0.

Hysaj: Voto 6

Ormai la sua presenza sul lato mancino non fa più notizia. Il terzino di Scutari nel tempo si è dimostrato affidabile, nonostante le carenze tecniche. Disputa una gara condita da qualche errore e qualche giocata discreta (dal 68’ Mario Rui: Voto 6.5 Innesca Osimhen per il gol del 4-1 e fa una bella diagonale che salva la porta azzurra).

Demme: Voto 6.5

Il mediano italo-tedesco parte male, nei minuti iniziali di gara perde palloni velenosi e sbaglia appoggi semplici. Con il passare dei minuti si riprende alla grande ritornando ad essere il mediano tutta corsa e quantità che oggi deve lavorare doppio, vista la scarsa vena del compagno di reparto.

Manolas: Voto 7.5

Con l’assenza di Koulibaly è lui il leader difensivo, ruolo che ricopre con grande personalità. Perfetto nelle chiusure ed in velocità, non concede nulla ai velleitari attaccanti avversari.

Rrahmani: Voto 7.5

Il giovane kossovaro in stagione non ha avuto moltissime occasioni per mettersi in mostra. Oggi dimostra di essere un elemento di sicuro affidamento, bravo sull’uomo, ha sempre la meglio senza mai ricorrere al fallo.

Politano: Voto 7

Dopo il turno di riposo, Gattuso lo ributta in mischia e lui ripaga la fiducia con una gran bella prestazione. Dedito al sacrificio, intelligente nelle giocate, prezioso e altruista come in occasione del gol del vantaggio. Si divora un gol facile che aveva creato con una bella iniziativa personale (dal 75’ Lozano: Voto 6 Entra giusto il tempo di sigillare il risultato).

Fabian Ruiz: Voto 6

Partenza in sordina per il talento spagnolo che stenta a carburare. Disputa novanta minuti anonimi. Non commette errori ma non riesce a sfoggiare le giocate classiche che ne esaltano il talento.

Osimhen: Voto 8.5

E’ un fulmine di guerra, inarrestabile ogni volta che viene lanciato. Sfiora subito il gol con una bella azione personale, favorisce il gol del vantaggio ed è devastante in occasione del raddoppio. Bella la sgroppata sul filo del fuorigioco, ancor di più l’altruismo nel mettere Lozano in condizione di far gol (dal 83’ Petagna: S.V.).

Insigne: Voto 6.5

Il capitano disputa una gara senza giocate eccelse ma di una perfezione tattica di rara bellezza. Perfetto in copertura, tranne quando l’avversario gli compare alle spalle e lo Spezia fa gol.

Zielinski: Voto 7

Il 20 azzurro è una certezza per il Napoli e una sentenza per gli avversari. Fa gol, assist e mostra giocate d’alta scuola. Dal suo piede e dalla sua testa partono idee vincenti fino a quando resta in campo (dal 68’ Mertens: S.V. Sette minuti e s’infortuna dal 75’ Elmas: S.V.).

Gattuso: Voto 7.5

Il suo Napoli ormai non meraviglia più e anche quando ci sono giornate non eccellenti dei singoli di squadra le cose vanno alla grande. Oggi non era semplice, ma lui si prende un’altra bella rivincita.

 

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter

Print Friendly, PDF & Email