CINQUE IN PAGELLA – Juventus-Napoli 2-1

Napoli News Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

La gara dello Stadium, attesa sei lunghi mesi, finalmente si è disputata e ha decretato la Juventus momentaneamente al quarto posto. Il risultato finale 2-1 è maturato grazie alle reti, una per tempo, di Ronaldo e del rientrante Dybala per i padroni di casa. Di Insigne, su calcio di rigore, il gol del Napoli.

Juventus

Buffon: Voto 7

Nonostante l’età resta un valore aggiunto.

Danilo: Voto 6.5

Spinge con efficacia, positivo anche in difesa.

Alex Sandro: Voto 6

Gara sufficiente ma commette un fallo da rigore non sanzionato.

Bentancur: Voto 6.5

Quantità e qualità dall’inizio alla fine.

Chiellini: Voto 6

Perfetto in ogni intervento tranne quello scomposto su Osimhen che procura rigore.

De Ligt: Voto 6

Serata serena per il centrale olandese.

Cuadrado: Voto 6

Al solito, trascorre più tempo steso che in piedi in una gara comunque sufficiente (dal 68’ Mckennie: S.V.).

Rabbiot: Voto 7

Tanta quantità ma anche molta qualità.

Morata: Voto 6

Gara sufficiente e nulla più (dal 68’ Dybala: Voto 6.5 Ritorna e subito mette il sigillo).

Ronaldo: Voto 6.5

Si divora una ghiotta occasione ma subito dopo fa gol e porta i suoi avanti.

Chiesa: Voto 7.5

Valore aggiunto per i suoi, la vittoria porta la sua firma (dal 79’ Arthur: S.V.).

Pirlo: Voto 6.5

Soffre ma stavolta ha la meglio sull’amico avversario.

Napoli

Meret: Voto 5.5

Con un pizzico di sorpresa il giovane azzurro viene schierato nuovamente titolare. Non ha grossissime responsabilità ma neanche appare irresistibile sulle conclusioni avversarie.

Di Lorenzo: Voto 6.5

Lo stakanovista della difesa azzurra, match winner nella gara casalinga contro il Crotone, non molla la sua maglia da titolare. Disputa un primo tempo discreto in cui fronteggia, senza sfigurare, Chiesa in serata di grazia. Nella ripresa la musica cambia, è una spina nel fianco.

Hysaj: Voto 4

L’albanese, dopo il turno di riposo nell’ultima di campionato, viene schierato nuovamente titolare sull’out mancino. L’ex Empoli sul lato debole è in costante difficoltà. Spinge male e difende peggio, lasciandosi superare da Chiesa che serve l’assist per il gol del 1-0, da Cuadrado e soprattutto nel primo tempo commette un fallo da ultimo uomo su Ronaldo sfuggito agli occhi di tutti (dal 75’ Mario Rui: S.V.).

Demme: Voto 5.5

L’elemento di maggior equilibrio, assente nell’ultima uscita, ritorna nella zona nevralgica del campo. La gara è complicata, preso in mezzo dai mediani bianconeri lotta e sgomita ma talvolta soccombe (dal 53’ Osimhen: Voto 6.5 Entra e subito fa sentire il suo peso in attacco. Suo il rigore che, anche se per pochi minuti, riapre la gara).

Koulibaly: Voto 6

L’assenza del 26 azzurro si è fatta sentire in maniera evidente nell’ultimo turno di campionato. Con il suo rientro le cose vanno sicuramente meglio, anche se un giallo prematuro sembra limitarlo. Probabilmente è poco reattivo in occasione del gol del 2-0.

Rrahmani: Voto 5.5

Tra le novità di giornata, probabilmente la più clamorosa, c’è la presenza del giovane kossovaro che si è lasciato preferire al Manolas autore di una prestazione imbarazzante contro il Crotone. Parte discretamente ma si perde Ronaldo che ringrazia e fa gol.

Lozano: Voto 5

Il messicano torna titolare topo l’infortunio patito proprio contro i bianconeri nella gara del 13 febbraio al Maradona. Prestazione sottotono, fa vedere poco o nulla e commette un fallo che sarebbe potuto costare un rigore (dal 53’ Politano: Voto 6 Continua ad essere in palla e dà molto fastidio alla retroguardia bianconera).

Fabian Ruiz: Voto 6

Ancora una gara da titolare per il talentuoso spagnolo che attraversa un ottimo momento di forma. Come per il compagno di reparto, soffre la forte mediana juventina, ha l’opportunità di far gol ma spara alto. Nel primo tempo va spesso in affanno ma nella ripresa alza il raggio d’azione ed il Napoli cresce (dal 89’ Petagna: S.V.).

Mertens: Voto 5

Quando c’è lui in campo il Napoli difficilmente toppa le partite. Anche quando non è appariscente lascia il segno sulle gare, ma stasera, fin quando resta in campo, gioca male lui e peggio il Napoli, salvo migliorare con il cambio di modulo (dal 75’ Elmas: S.V.).

Insigne: Voto 6

Il capitano in questa stagione è stato croce e delizia per i partenopei. Dal penalty sbagliato nella finale di supercoppa a quello trasformato nella vittoriosa gara di Napoli c’è stata la metamorfosi. Stasera disputa una gara dai due volti, scadente nei primi 45 minuti, positiva nella ripresa. Freddo nella trasformazione del rigore.

Zielinski: Voto 6

Fino alla sosta il polacco è stato una sentenza per gli avversari. Stasera, dopo la panchina di domenica, torna titolare. Ad una prima frazione opaca corrisponde una ripresa da par suo che avrebbe sicuramente meritato qualcosa in più.

Gattuso: Voto 5.5

Cambia tanto e le scelte in parte pagano visto che il Napoli comincia bene fronteggiando una buona Juve. Chi purtroppo stasera lo tradisce è Hysaj, anello debole ben sfruttato dagli avversari. Avesse cambiato prima probabilmente qualcosa di diverso sarebbe arrivato.