TOP 11 SERIE A – l migliori 11 del diciassettesimo turno di Serie A

News Rubrica
Condividi
Tempo di lettura: 3 minuti

Il diciassettesimo turno di Serie A è terminato. L’ultimo match di ieri tra Spezia e Sampdoria, ha visto i liguri vincere di nuovo per 2-1 dopo la vittoria di Napoli. Come ogni settimana, torna la Top11 del maggior campionato italiano.

Ecco il miglior 11 di giornata:

PORTA

Bartłomiej DRAGOWSKI – Saracinesca chiusa per tutta la partita. Si regala la gioia di parare un rigore a Joao Pedro, fondamentale per la vittoria dei viola.

DIFESA

Federico DIMARCO – ‘Sta finalmente trovando continuità, su quel lato si trova a meraviglia con Zaccagni. Il Verona ha una catena sinistra niente male’. Questo c’era scritto nell’ultima Top 11. Come volevasi dimostrare. Altro gol di Dimarco, su Assist si Zaccagni.

DANILO – La follia fatta dalla dirigenza bianconera scambiandolo con Cancelo, sta trovando comunque i suoi frutti. Non sarà Cancelo e mai lo sarà ma sta diventando semplicemente se stesso: Danilo. Prestazione immensa condita da un gol ed un assist alla Bonucci per il gol di Ronaldo.

Rafael TOLOI – I suoi inserimenti fanno sempre male, spesso quando accompagna l’azione conclude tirando in porta. Così è stato a Benevento, dove ha approfittato di una respinta maldestra di Montipo’ sul tiro di Ilicic.

CENTROCAMPO

Lorenzo PELLEGRINI – Accusato spesso di non incidere, nei big match spesso trova la zampata. Porta in vantaggio i suoi e continua a giocare una buonissima partita a centrocampo. La Roma ha senza dubbio bisogno di questo Pellegrini.

Miha ZAJC – Il talentino ex Empoli è tornato a brillare in un tardo pomeriggio Genoano. Lesto e furbo: un gatto. Gioca un’ottima partita in mezzo al campo, nonostante ne lui ne i suoi compagni riescano a comprendere la posizione di Soriano, l’unico a metterli in difficoltà.

Manuel LAZZARI –  Quest’anno sta veramente mancando alla Lazio la sua spinta costante. Ha le capacità per fare la differenza, quantomeno in zona assist, come spesso dimostra. Gli manca, però, una cosa fondamente per diventare un esterno di livello: la presenza in zona gol più che in zona assist.

Tiemoue BAKAYOKO – Gioca una partita sacrificata per novanta minuti dovendo rattoppare i buchi lasciati da un centrocampo dissestato. Fabian a due non riesce ad incidere in nessuna delle due fasi ma Gattuso si ostina a farlo giocare li. Il gol è un’inno alla vittoria, un colpo di testa imperioso a petto in fuori.

ATTACCO

Josip ILICIC – Quando gioca così è devastante. In un campi così inzuppato, solo la sua tecnica ed il suo fisico leggero potevano fare la differenza. Ogni palla passa dai suoi piedi, ogni volta crea qualcosa di importante. L’Atalanta con questo Ilicic qui, fa paura.

Felipe CAICEDO – Uno dei giocatori sempre più sottovalutati della Serie A. Possiede un’intelligenza tattica ed una tecnica invidiabile da tanti attaccanti in giro per la massima serie. Ennesima partita di livello, ennesimo gol ed ennesima conferma sul suo non trasferimento.

Rafael LEAO – ‘Leao Maravillao’ sta incantando i tifosi del Milan. Senza dubbio è riuscito a far notare meno possibile l’assenza di Ibrahimovic. Sta trovando la quadra giusta, in questo Milan può davvero continuare a far bene.

(Foto: profilo Twitter ufficiale Champions League)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter