CINQUE IN PAGELLA – Napoli-Rijeka 2-0

Napoli News
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

Nella notte di Diego, il Napoli di Gattuso fa sua l’intera posta contro i croati del Rijeka e si piazza al primo posto solitario del gruppo F. Le reti, una per tempo, di Politano e di Lozano, subentrato proprio al numero 21 azzurro.

Napoli

Meret: Voto 6

L’indisponibilità di Ospina gli assicura ancora una gara da titolare. Dopo la non eccezionale partita contro il Milan, disputa una gara che merita la sufficienza. Due interventi nel primo tempo e uno nel finale assicurano il risultato.

Di Lorenzo: Voto 6

Il terzino azzurro, su cui tanti hanno puntato il dito dopo la gara di domenica vista la perdurante assenza di Hysaj, è costretto agli straordinari. La sua gara è sicuramente sufficiente, seppur senza eccessi.

Ghoulam: Voto 6

Il terzino algerino ritrova una maglia da titolare dopo oltre un anno. Disputa gli interi novanta minuti e ciò che fa notizia è che lo fa in crescendo. E’ evidentemente consapevole del proprio stato di forma, per cui non si spinge troppo ma si dimostra utile con il suo sinistro sempre preciso.

Demme: Voto 6.5

Il tedesco vince il ballottaggio con Lobotka e alla fine risulta tra i migliori dei suoi. Nella fitta rete di maglie bianche non è semplice districarsi ma il suo impegno non manca. Con il passare dei minuti cresce e, grazie al suo impegno, si risolvono tante situazioni. (dal 69’ Lobotka: Voto 6 Un buon gettone di presenza, sfiora anche il gol con un bel piazzato dalla distanza).

Koulibaly: Voto 6

In conferenza stampa l’odierno capitano azzurro aveva anticipato il riscatto dopo lo scivolone contro il Milan. La sua gara non è eccezionale. Nel primo tempo qualche errore di troppo specie in fase d’appoggio.  Nella ripresa si riprende, limita le incursioni e chiude in crescita.

Maksimovic: Voto 6.5

Il serbo è confermato l’uomo di coppe. Sicuro ed affidabile, lotta con grande temperamento e fisicità su ogni pallone. Non sbaglia nulla se non la stoccata vincente a pochi metri dalla porta.

Politano: Voto 6.5

È l’uomo più in palla del Napoli, anche se stasera parte con l’aria tirata. Nonostante gli spazi non siano soddisfacenti, sul finale di tempo è bravo a seguire l’azione e trovare il tempo di metterla dentro per l’1-0 (dal 63’ Lozano: Voto 6.5 Entra e dopo una manciata di minuti trova la giocata giusta e sigla la rete della tranquillità).

Bakayoko: Voto 6

Il doppio giallo contro il Milan lo costringerà ad un turno di stop in campionato, per cui era una delle poche certezze di questa serata. La gara del franco-ivoriano non è però delle migliori. Non commette errori e si limita a giocate accademiche senza mai spingere sull’acceleratore.

Petagna: Voto 5

Terza presenza in Europa per il centravanti azzurro. Ancora una volta l’ex spallino delude le aspettative. Gioca distante dalla porta e quando ha l’occasione non la sfrutta a dovere (dal 81’ Fabian Ruiz: S.V.)

Zielinski: Voto 6

Ritorna titolare dopo il COVID e dopo aver disputato fin qui pochi scampoli di gara. Per lui la gara è complicata. La fitta maglia del centrocampo pieno di avversari non gli consente di esprimersi al meglio. Per fortuna la qualità c’è e sul finale di tempo propizia il gol del vantaggio con un’iniziativa personale (dal 63’ Insigne: Voto 6 Desiderava far gol con tutto il cuore ma gli è mancata la stoccata vincente. Ha tre occasioni limpide tutte non sfruttate. Dal suo piede nasce il gol del raddoppio).

Elmas: Voto 5.5

Gattuso lo premia ma lui non ricambia la fiducia. E’ vero che lo scacchiere avversario non gli consente di giocare in campo aperto, ma anche quando ha l’opportunità fallisce (dal 69’ Mertens: S.V.).

Gattuso: Voto 6

La sconfitta in campionato ha provocato più rumore di quanto si prevedesse. Lui da stakanovista, in una serata particolare, riesce a raggruppare le energie necessarie a vincere. Dà fiducia a tutti e conclude la gara con un vecchio modulo, dimostrando di essere versatile nelle scelte.

Rijeka

Nevistic: Voto 6

Buona la gara e se il passivo non è più pesante il merito è suo.

Tomecak: Voto 5.5

Anche se il Napoli dal suo lato non ha sviluppato molto gioco, lui non riesce a spingere.

Anastasio: Voto 5.5

Discreta la gara dell’ex napoletano che però si perde Politano in occasione del gol (dal 80’ Braut: S.V.).

Loncar: Voto 6

È tra i migliori dei suoi, non alza bandiera bianca fino alla fine.

Galovic: Voto 6

Gara sufficiente, annulla Petagna.

Smolcic: Voto 6

E’ giovane ma gioca sempre con fare da veterano.

Velkovski: Voto 5.5

Gara condita da qualche errore.

Muric: Voto 5.5

Ha badato più a contenere che ad offendere (dal 77’ Yaketè: S.V.).

Cerin: Voto 5

Prestazione anonima (dal 86’ Hodza: S.V.).

Andrijasevic: Voto 5

Non lascia il segno sulla gara, Maksimovic lo bolla costantemente (dal 86’ Frigan: S.V.).

Stefulj: Voto 5.5

Non bissa la gara d’andata nonostante la qualità.

Rozman: Voto 6

Con tante assenze, fa il possibile.

Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter