La Nations League in ‘balia’ del Covid-19

News
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Coronavirus sempre più protagonista delle sorti della Nations League. Svizzera – Ucraina e Romania – Norvegia, entrambe rinviate a causa di casi di positività, portano la Uefa a prendere decisioni quasi impopolari e che condizionano una competizione di per se giù inutile visto il momento che sta attraversando il mondo intero a causa della Pandemia.

Per quanto riguarda il match tra Svizzera e Ucraina non è stata presa alcuna decisione. La “patata bollente” passa alla commissione disciplinare, etica e di controllo dell’UEFA . Le due squadre hanno dato disponibilità per giocare anche il prossimo anno, per fare in modo che sia il campo a decidere.

Il match invece tra Romania e Norvegia ha già dato il suo esito e, così come successo in Italia con Juve-Napoli, la UEFA ha comminato 3-0 a tavolino in favore della nazionale di Bucarest, dopo che la selezione di Oslo non aveva potuto viaggiare per indicazione delle autorità sanitarie a seguito della positività di Elabdellaoui. A questo punto, probabile che arrivi la stessa decisione anche per Svizzera-Ucraina, anche se in quel caso la selezione di Shevchenko non si è potuta presentare in campo per indicazione delle autorità sanitarie svizzere.

Tra partite a tavolino, autorità sanitarie e federazioni la situazione è sempre più ingarbugliato e la difesa del famoso ‘protocollo’, al momento, sembra avere la meglio sul buon senso.

(Foto: sito ufficiale Uefa)

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter

Print Friendly, PDF & Email