DONNE & PALLONE – Serie A femminile

DONNE & PALLONE Focus On
Condividi
Tempo di lettura: 4 minuti

JUVE VINCE DI RIGORE, MILAN E SASSUOLO TENGONO IL PASSO

Tra vittorie di misura e di rigore e successi larghi il terzetto di testa allunga il passo lasciandosi alle spalle le prime inseguitrici, ormai a sei punti dalla terza (Sassuolo).

L’ottava di campionato conferma che i rapporti di forza ormai sono definiti: le squadre della parte sinistra della classifica in un modo o nell’altro fanno valere la propria forza e portano a casa il risultato (quasi) sempre; quelle della parte destra per lo più annaspano nelle sabbie mobili e spesso portano a casa meno di quanto meritano.

Ottava giornata quindi all’insegna dei pronostici.

Juventus e Milan vincono da grandi squadre anche quando non fanno la prestazione e alla fine – seppur grazie a un calcio di rigore – sono riuscite a venire a capo rispettivamente della Florentia e della Roma, formazioni comunque da non prendere sotto gamba.

La matura capolista, ancora a punteggio pieno, è la favorita per la vittoria finale ma il Milan non è da meno: soltanto i tre punti conquistati grazie a un penalty nello scontro diretto dividono le rossonere di Maurizio Ganz dalle ragazze di Rita Guarino.

Anche se il Sassuolo si conferma una grande realtà rialzandosi subito dopo il ko contro le bianconere, saranno presumibilmente le formazioni torinese e milanese a giocarsi il tricolore.

La Roma di Betty Bavaglioli infatti, pur non sfigurando, si conferma formazione discontinua e incompiuta mentre la Fiorentina si rialza contro la penultima dopo tre ko consecutivi e un pareggio.

L’Empoli Ladies, altra grande sorpresa del campionato, resiste ai piani alti accontentandosi di muovere la classifica contro le nerazzurre di Mattia Sorbi che da parte loro falliscono l’occasione di fare un bel balzo nella parte sinistra della classifica.

Dietro l’Inter troviamo la Florentia, che per un tempo e mezzo ha giocato alla pari contro la capolista ma poi ha finito anzitempo la benzina: la formazione di Stefano Carobbi difetta in continuità ma ha dimostrato di potersela giocare con qualunque avversario.

Sul fondo un’Hellas Verona, ancora decimata dal virus, non poteva fare risultato contro le neroverdi di mister Piovani e non l’ha fatto. Un punticino che sa di brodino per San Marino Academy e Napoli che recuperano leggermente su una Pink Bari ancora una volta troppo “spuntata”.

EMPOLI LADIES-INTER W 1-1
Le nerazzurre, passate in vantaggio, con una rete in contropiede della solita Marinelli falliscono il colpaccio esterno. Le ragazzine di mister Spugna infatti riescono ad acciuffare le avversarie grazie a un calcio di rigore dell’ottima Prugna, atterrata in area da Auvinen.

PINK BARI – FIORENTINA 0-2
Torna il successo e quindi anche il sorriso per le gigliate, reduci da una serie di prestazioni non alla loro altezza. Buon primo tempo per la formazione viola, passata in vantaggio con un’inzuccata della centrale Quin. Il raddoppio è venuto da un’intuizione di Mascarello che ha portato la bomber Sabatino a realizzare con un pallonetto. Meno brillanti le fiorentine nella ripresa ma le baresi non erano comunque in condizione di creare grattacapi. Per la Pink Bari si tratta della settima, preoccupante, sconfitta consecutiva.

FLORENTIA SAN GIMIGNANO – JUVENTUS W 1-2
C’è voluta tutta l’esperienza di Rita Guarino per venire a capo delle toscane che già lo scorso anno erano riuscite, sul campo amico, a conquistare un punto contro le favorite bianconere. Dopo un primo tempo giocato alla pari, la mister bianconera ha pescato dal mazzo della panchina le carte di Maria Alves e del neo-acquisto Hurtig, risultate poi decisive, arretrando in mediana Cernoia. A dimostrazione che ormai a una squadra di prima fascia non basta avere un forte undici titolare perché una panchina lunga spesso e volentieri fa la differenza. Andate sotto per un gran destro di Wagner, le bianconere hanno rimediato con il solito inserimento di area della sempre più sorprendente Caruso e hanno completato la rimonta grazie a un rigore, realizzato dalla solita Girelli, per un fallo del portiere Friedli su Hurtig.

SAN MARINO ACADEMY-NAPOLI F 0-0
In una partita scialba le partenopee portano a casa il primo punto che peraltro non serve a molto nemmeno alle avversarie. Titane più convinte ma, come al solito, poco o per niente incisive in avanti.

MILAN W-ROMA W 1-0
Match giocato con grande intensità da entrambe ma lo spettacolo non è stato granché. Alla fine ha prevalso il maggior carattere delle rossonere che con i tre punti tengono il passo della Juventus. Determinante la freddezza, nel calcio di rigore per un fallo di Pettenuzzo su Dowie, di Giacinti. Ganz ha schierato dal primo minuto, come mezzala sinistra, la fuoriclasse spagnola Boquete, arrivata in settimana: un’arma in più nella sfida al vertice con le bianconere.

SASSUOLO F-HELLAS VERONA 4-1
Incontro dominato dalle nero-verdi di Piovani, assente per squalifica. Le emiliane si confermano formazione di livello anche se le gialloblu, peraltro con diverse assenze, non erano forse il test più probante. Per le neroverdi doppietta di Dubcova, per rendimento tra le migliori in assoluto del campionato, la “zampata” della sempreverde Pirone nonché un rigore realizzato dalla giovanissima stellina maltese Bugeja. Sempre su penalty la rete gialloblu della bandiera di Papaleo.

La classifica vede la Juventus capolista solitaria con 24 punti, seguita da Milan a 21 e dal Sassuolo a 19. La Fiorentina raggiunge l’Empoli a quota 13, la Roma resta a 12. L’Inter guida la parte destra della classifica con 11 punti, seguito dalla Florentia a 9, dall’Hellas Verona a 7. Poi San Marino Academy a quota 5, Pink Bari a 3, Napoli con 1 punto ancora fanalino di coda.

a cura di Saro Sereni Stefani

 Follow us!

FacebookFacebookYoutubeTwitter