Lazio, da Fares a Sarr. Ecco le nuove idee di Tare

Condividi

La Lazio non si vuol far trovare impreparata. La trattativa Kumbulla ristagna, non si registrano passi avanti con il Verona. Il direttore sportivo dei biancocelesti Tare, non è tipo da tenere una sola carta in mano. Malang Sarr è una di quelle che ha sempre tenuto nel suo mazzo e adesso può tornare di moda. Gestito da Pastorello, il claasse 99 francese si è appena svincolato dal Nizza. Al momento su di lui pare forte il Torino ma è chiaro che ogni confronto con squadre del campionato italiano mette in evidenza la Champions League da disputare il prossimo anno per la squadra biancoceleste. Anche l’Arsenal ha chiesto informazioni al suo entourage ricevendo ovviamente disponibilità a parlare. Perfetto per coprire il ruolo di Radu, è un nome che consente alla Lazio di mettere pressione al Verona restituendo al club scaligero lo stesso trattamento che sta riservando alle pretendenti di Kumbulla. Nella tarda serata di ieri, Di Marzio di Sky Sport, ha parlato di un possibile rilancio della trattativa per Fares della Spal. Da quello che risulta alla nostra redazione con la società estense i contatti non si sono mai interrotti. Questo è successo anche nel momento del cambio tra Vagnati e Zamuner come direttore sportivo della squadra ferrarese. Fares è reduce da un annata tribolata, l’infortunio al crociato partito la scorsa estate ne ha segnato la stagione. Rientrato dopo la ripresa del campionato,  ha disputato una sola partita per 90 minuti mettendo a referto altri 6 spezzoni di gara. Per ł’esterno sinistro la concorrenza non manca ma la vicinanza della Lazio con il suo procuratore, Mino Raiola, agevola il compito biancoceleste. La quotazione attuale è sotto i 10 milioni richiesti in passato per il nazionale algerino.