FISCHIO D’INIZIO ROMA – Battere l’Inter per consolidare il quinto posto

Focus On Roma SERIE A
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

 

La trentaquattresima giornata di Serie A prevede la sfida avvincente tra Roma e Inter. Un match che suscita grande interesse, anche senza pubblico sugli spalti.

Le due squadre si affronteranno allo Stadio Olimpico, questa sera alle ore 21:45. La gara sarà diretta dall’arbitro Di Bello, assistenti Cecconi e Galetto, IV uomo Giua, al VAR Guida, AVAR Di Vuolo. 

Sia la Roma che l’Inter non hanno avuto finora continuità di risultati. Anche il gioco ha vissuto fasi alterne.

La sensazione è che le due compagini avrebbero potuto fare meglio, visto il potenziale tecnico a disposizione dei rispettivi allenatori. Non dimentichiamo, però, che sia Fonseca che Conte, tecnici di assoluto valore, sono soltanto all’inizio di un progetto.

La squadra milanese si fa preferire per la posizione in classifica, che la vede attualmente al secondo posto, a sei punti dalla capolista. La qualificazione in Champions League appare ormai cosa fatta e i tifosi nerazzurri sono tornati a sognare lo scudetto, sperando in qualche altro passo fasso della Juventus.

La Roma viene da tre vittorie consecutive che hanno rasserenato l’ambiente giallorosso. Un ambiente deluso per il mancato obiettivo di concludere il Campionato tra le prime quattro, seppure la matematica non ne escluda ancora la possibilità.

Rimanendo con i piedi per terra, una vittoria contro l’Inter consentirebbe soprattutto il consolidamento dell’attuale quinto posto, che vale l’accesso diretto all’Europa League.

Fonseca cercherà di arrivare al successo proseguendo con il nuovo modulo adottato del 3-4-2-1, che ha permesso alla squadra di cambiare rotta, dopo alcune sconfitte preoccupanti.

Davanti Pau Lopez, i tre centrali saranno Mancini, probabilmente Smalling, rientrato in gruppo dopo l’infortunio, e il giovane promettente Ibanez.

Sulle fasce si contendono il posto a destra Zappacosta e B. Peres, a sinistra Spinazzola e Kolarov, che potrebbe essere impiegato come centrale di sinistra se Smalling non fosse ancora pronto.

A centrocampo, Diawara o Cristante davanti alla difesa, e Veretout, apparso in grande forma, in posizione più avanzata.

In attacco, dietro Dzeko, sicura la presenza di Mkhitaryan, apparso in grande spolvero, e Pellegrini, anche se non ancora al meglio della condizione.

C. Peres e Perotti potrebbero subentrare al trequartista romano nel corso del match. Under e Kluivert, viceversa, sono in lista di attesa, avendo deluso Fonseca in più di un’occasione.

Zaniolo, criticato dai compagni e dal tecnico portoghese al termine dell’incontro di mercoledì sera, salterà la gara a causa di un infortunio al polpaccio. Il giovane talento deve crescere sul piano mentale, migliorare il suo comportamento nei confronti dei compagni e degli avversari, imparando anche a sacrificarsi per la squadra quando necessario. E’ ciò che si richiede ad un professionista.

Anche Dzeko e Mancini hanno palesato, durante la gara, un eccessivo nervosismo.

Il tecnico portoghese sarà sicuramente intervenuto nello spogliatoio per convogliare nella giusta direzione le tensioni emerse in campo contro il Verona, tensioni che potrebbero far perdere lucidità e concentrazione ai calciatori.

Occorre certamente compattezza e coesione di gruppo per battere l’Inter e concludere nel migliore dei modi la stagione.

Print Friendly, PDF & Email