FISCHIO D’INIZIO BOLOGNA – Di nuovo sulla Via Emilia destinazione Parma

Focus On
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

Per il Bologna stasera un altro derby della via Emilia: questa volta a Parma. La squadra di Mihajlovic cerca il riscatto dopo la brutta sconfitta contro il Sassuolo, oltre che la conferma dei propri valori di squadra.

L’esperimento di giocare ogni tre giorni continua. Ci sono squadre che hanno metabolizzato al meglio questo nuovo ritmo partite, altre che invece sono più in difficoltà.

Bologna e Parma stanno nel mezzo, nel senso che entrambe alternano buone prestazioni, seguite dai risultati, a fasi buie dove non si ritrovano. Chiaramente dipende anche dall’avversario che si incrocia ma crediamo che sia più una questione di adattamento al “nuovo torneo dei bar”.

Venendo alla sfida, sarà probabilmente equilibrata, con un risultato figlio di episodi.

Il Parma può contare sulla velocità di Gervinho e sui colpi improvvisi di Kulusevski.

Il Bologna potrà avere a disposizione Soriano, prezioso nell’idea di gioco di mister Mihajlovic. L’Avvocato Grassani ha vinto il ricorso, riducendo ad una giornata la squalifica del pupillo dell’allenatore.

Sembra un dettaglio come altri, ma è evidente che il centrocampista per gli equilibri della squadra è fondamentale. Ogni volta che è mancato qualcosa, non ha funzionato. Soriano unisce forza fisica in fase di interdizione e cambio di ritmo attacco. Partendo da questo, il Bologna potrà quindi schierare la migliore formazione, sapendo di avere in panchina comunque elementi che in corsa possono dire la loro.

Il Parma perde da tre partite consecutive e statisticamente è difficile che fallisca anche la quarta. Alcune di queste sconfitte sono state poi condizionate da episodi non del tutto chiari.

Il Parma non lotta per retrocedere, è una squadra da parte sinistra e quindi non va sottovalutato.

Il Bologna ha la capacità di vincere e convincere ma può anche essere ingenuo e perdere. Rientra Danilo, che con la sua esperienza può e deve dare certezze a tutta la retroguardia. A centrocampo il giovane Schouten, che sta facendo bene, non deve sentirsi già un campione. In attacco, Barrow e Orsolini hanno il talento e la classe per incidere.

A Bologna ricordiamo tutti Parma come un capitolo nero che anni fa costò la retrocessione. Sono passati molti anni ma il ricordo è indelebile.

I tifosi rossoblu si sentirebbero particolarmente euforici alla sconfitta dei cugini nel derby. Sentimenti e sensazioni. Cabale e ricorsi storici. Tutto vale, ma il campo, come sempre, darà il verdetto.

Dell’Europa non ci importa più, vogliamo solo vincere. Se poi vincere significherà partecipare ad una competizione europea, allora organizzeremo le trasferte.

Print Friendly, PDF & Email