Spadafora: “Se riparte l’Italia, non può non ripartire il calcio”

Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Ministro per le Politiche Giovanili e per lo Sport Vincenzo Spadafora è tornato a parlare sul futuro del campionato nel corso della trasmissione ‘La Vita in Diretta‘. Questo il suo intervento riportato da calciomercato.com:

“Abbiamo aiutato i collaboratori e lavoratori sportivi. Per il mese di marzo lo hanno ricevuto tutti, settimana prossima tutti riceveranno quello di aprile e maggio automaticamente”.

SUI GIOVANI – “Non posso non comprendere i ragazzi che due mesi e mezzo – in cui hanno dimostrato senso di responsabilità – escono, ma servono precauzioni”.

SULLA SERIE A – “Pochi minuti fa abbiamo pubblicato ufficialmente il protocollo che consente alla Figc e alle squadre di riprendere gli allenamenti. E’ arrivato l’ok dal Comitato tecnico scientifico. Lunedì 25 riceverò dalla Figc il protocollo per la ripresa del campionato. Le trasferirò al Comitato tecnico scientifico per fare in modo che la data del 28 sia quella giusta per decidere se si possa riprendere”.

SUL CAMPIONATO – “Voglio essere ottimista. Ho detto un secco no a chi – quando contavamo decine di morti al giorno –  mi chiedeva del campionato. E’ ovvio che se riparte tutta l’Italia non può non ripartire il calcio, un’industria e passione per tutti gli italiani. Non voglio immaginare dove saremmo arrivare senza quella linea iniziale…”. 

//banner direct adx
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com