#ATEAMS – Roma, a caccia di certezze: la prova regina contro l’Inter

Roma SERIE A Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: 2 minuti

La Roma si è rialzata subito dopo la sconfitta di Parma: tre gare vinte su tre giocate dopo la sosta. I giallorossi, ora, sono in piena corsa Champions League: quinto posto e ventotto punti, stessi del Cagliari, quarto in classifica. Venerdì sera, tuttavia, sono attesi dalla gara più dura possibile: trasferta al San Siro e sfida all’Inter capolista. La Roma, come detto, sta attraversando un buon momento di forma, la prova contro l’Inter sarà un test importante per misurare su campo la reale dimensione della squadra di Fonseca.

SLIDING DOORS IN INFERMERIA

Un mese fa la Roma era in emergenza totale, tanto da dover adattare giocatori in ruoli non proprio congeniali, come per esempio Gianluca Mancini dirottato in mediana. Dopo la sosta, per fortuna di Fonseca, ci sono stati tanti ed importanti rientri. Sicuramente quelli di Lorenzo Pellegrini e Henrix Mkhitaryan hanno portato certezze al tecnico: entrambi decisivi contro l’Hellas Verona nell’ultima uscita, l’italiano con l’ottavo assist in campionato e l’armeno con la rete del 3 a 1 finale. Rientri importanti, dicevo, ma porte scorrevoli in infermeria: Justin Kluivert, per esempio, con ogni probabilità non sarà della partita domani sera. L’olandese, infatti, è uscito anzitempo dalla sfida del Bentegodi e la sua presenza contro l’Inter è quasi impossibile. In forte dubbio anche il bosniaco Edin Dzeko: il possente l’attaccante ex Manchester City, infatti, è alle prese con un forte attacco influenzale. Si farà di tutto per recuperarlo, nelle prossime ore si saprà di più. Intanto Fonseca ha un bel problema da risolvere.

BEL GIOCO E CERTEZZE

Sono tante le note liete in casa Roma. I giallorossi, per esempio, sembrano davvero in simbiosi con il tecnico: gioco offensivo, pressing alto e imprevedibilità. La Roma di Fonseca piace ai giocatori ma anche ai tifosi. Come detto, però, serve superare la classica ‘prova del nove’; cosa meglio dell’affamata Inter di Antonio Conte? Tante le certezze in casa giallorossa: Pau Lopez ha portato sicurezza dopo la disastrosa parentesi di Robin Olsen. La coppia Smalling-Mancini sembra ben assortita e non fa rimpiangere affatto la partenza di Manolas. La trequarti, nella sua totalità, convince sempre più. Tanti e diversi interpreti, ma stesso risultato: reti, assist e tante occasioni create.

CHI IN CAMPO CONTRO L’INTER?

La conferenza stampa di vigilia di Fonseca sarà decisiva per sciogliere gli ultimi dubbi di formazione, soprattutto quello legato attorno alla presenza di Edin Dzeko. Per il momento, comunque, azzardiamo questo undici di partenza. Come detto, Pau Lopez cercherà di abbassare la saracinesca. La linea difensiva sarà a quattro: Kolarov sulla sinistra e Spinazzola a destra, Gianluca Mancini e Smalling al centro. Sulla mediana, poi, agirà l’insostituibile Jordan Veretout, affiancato da Diawara. Confidando in un recupero di Dzeko, alle sue spalle agiranno Under, Lorenzo Pellegrini e Zaniolo. Il talento ex Inter vuole riprendersi la scena, San Siro sembra il palcoscenico adatto. Il turco Under porta tanta imprevedibilità e Pellegrini tanta corsa e qualità.

La Roma è attesa dalla prova regina: l’Inter ci dirà la reale dimensione dei giallorossi…