Napoli, ‘patto di non belligeranza’ tra ADL e la squadra

Condividi

Il Napoli post Liverpool e post chiarimento avuto a Castel Volturno, come vi abbiamo raccontato, sarà la squadra che siamo abituati a conoscere. L’avvicinamento di De Laurentiis alla squadra allenata di Carlo Ancelotti ha spento gli animi, riportata la calma. Calma che si protrarrà fino al termine dell’attuale stagione, non sono, infatti, da escludere stravolgimenti nella rosa, partenze illustri: nessuno sarà incedibile al fronte di offerte ritenute congrue. Fra i possibili partenti anche il blindatissimo Kalidou Koulibaly.

Il patto:

Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, dopo il caos nato in seguito all’ammutinamento del ritiro, avvenuto nel post partita di Champions League contro il Salisburgo, il presidente avrebbe sottoscritto con i calciatori una sorta di ‘patto di non belligeranza’. Fissati anche gli obiettivi: raggiungere gli ottavi di Champions League e terminare almeno al quarto posto in Campionato. Posizione che permetterebbe di rigiocare la Champions League nella prossima stagione, assicurando, così, introiti economici importanti, fondamentali per le casse dei partenopei.

Calciomercato:

Nella testa di Aurelio De Laurentiis starebbe maturando l’idea di una rivoluzione, per il presidente nessuno è incedibile. Fra i possibili partenti, oltre a Mertens e Callejon in scadenza, secondo la Gazzetta dello Sport, anche il difensore senegalese Koulibaly. Secondo la rosea non saranno rispedite al mittente offerte ritenute congrue, soddisfacenti, come i 100 milioni rifiutati in passato dal Manchester United. In caso di cessione il Napoli avrebbe a disposizione di un tesoretto importante da poter reinvestire sul mercato, restando, così, competitivi.