FISCHIO D’INIZIO BOLOGNA – Col Napoli la partita dei problemi da risolvere

Condividi

Napoli – Bologna è una partita fra due squadre che in questo momento hanno problemi da risolvere.

Da un lato i partenopei, alle prese con le multe recapitate ai giocatori e gli stessi non più capaci di esprimersi ai soliti livelli di gioco. Gli azzurri di Ancelotti, infatti, sembra che abbiano perso la qualità del gioco. I senatori forse sono scarichi? Non hanno le giuste motivazioni per continuare a vincere con il Napoli? Sono stati d’animo e interrogativi che fanno del presente partenopeo un’incognita.

Dall’altro lato, certamente, il Bologna non sta meglio. Nelle ultime quattro gare, infatti, solo un punto, conquistato in casa con il Parma al novantaseiesimo minuto.

Come più volte ricordato, la malattia di Mihajlovic ha pesantemente condizionato il percorso della squadra.

Gli infortuni, poi, hanno pesato ulteriormente.

I rossiblu si presentano però al San Paolo dopo due allenamenti seguiti sul campo direttamente da Mihajlovic. È la prima volta che accade da inizio anno. Il mister ha dato consigli individuali ai suoi, con simulazione di movimento. Sembrava l’allenatore degli allievi, per come spiegava. Denswill avrá pensato di essere su Scherzi a parte. Dovrà presto comprendere  che giocare in Belgio non è esattamente la stessa cosa.

Tornando al match, Napoli-Bologna sarà soprattutto giocata sugli stimoli presenti e futuri. Le due squadre, oggi e negli ultimi anni, vivono dimensioni di calcio differenti.

Il Napoli è stabilmente tra le prime tre squadre del campionato ogni anno e giocare la Champions è per i partenopei ormai prassi.

Il Bologna ha vissuto il suo ultimo decennio di storia fra serie B e lotta per non retrocedere in serie A.

Ma, in virtù delle premesse fatte all’inizio circa il momento presente, oggi queste considerazioni contano poco. In altre parole, la differente dimensione calcistica delle due compagini è quasi azzerata dalla situazione in cui si trovano. Problemi diversi ma un’unica via d’uscita.

Sarà una partita brutta e piena di timori o bellissima e spregiudicata. Non certo una gara normale, da sei politico.

A Bologna si continua a sognare dal 1964, data dell’ultimo scudetto. Cinquantacinque anni non sono pochi. Certamente il sogno di guadagnare tre punti a Napoli sembrerebbe più plausibile.

Il Napoli difficilmente vincerà lo scudetto e il Bologna difficilmente andrà in serie B. Le due squadre devono ripartire con un click importante, per non ritrovarsi impantanate in una classifica anonima.

Nel recente passato il Bologna qualche grattacapo al Napoli lo ha dato, eccome. Ricordiamo, ad esempio, il 3-2 a favore dei rossoblu contro il fantastico Napoli di Sarri.

I tifosi ci credono. Chi sarà in trasferta sosterrà la squadra dal vivo, chi sarà davanti al teleschermi, lo farà seguendo la diretta TV. Comunque vada, la partita va vissuta, interpretata e analizzata.

Napoli 0 – Bologna 1? Se accadesse, sarebbe il sogno della domenica.