Milan, Pioli: “Stanno tutti bene tranne Paquetà”

Condividi

Stefano Pioli, tecnico del Milan, ha parlato in conferenza stampa. Queste le parole del mister in vista del match di domani contro il Parma:

Parma-Milan pesa più delle altre?“Nel corso del campionato ci sono partite che pesano più dei soliti tre punti, credo altresì che noi dobbiamo buttare giù la porta per andare a prendere l’opportunità”.

Cosa si aspetta da Parma-Milan?“Non sarà una partita semplice, il Parma è un’ottima squadra. Dobbiamo mantenere lo spirito delle ultime partite ma aumentare la qualità tecnica. Bisogna perdere meno palloni e alzare la qualità delle nostre giocate”.

Duarte? “Voglio salutare e ringraziare pubblicamente, da quando sono arrivato io ha sempre dimostrato professionalità e attaccamento al proprio lavoro. Mi auguro che torni presto con noi perché abbiamo bisogno delle sue qualità”.

Paquetà? “Stanno tutti bene tranne lui perché non ha smaltito un risentimento muscolare”.

La posizione di Bonaventura? “I giocatori intelligenti e forti possono giocare in qualsiasi posizione. Ci sta mancando un piccolo pezzo di qualità tecnica, poi che giocare più dentro o fuori non è cosi decisivo”.

Obiettivo Champions? “Siamo concentrati solo sulla prossima partita e migliorare la classifica”.

Che ricordi ha di Parma? “E’ la mia città, da giocatore ho grandi ricordi, da allenatore un po’ meno per il momento che stava vivendo il club. Ma ora sono al 100% milanista”.

Ibra uno stimolo per lo spogliatoio? “Non so se Piatek e Leao leggano i quotidiani, dentro lo spogliatoio non c’è questa situazione. Per il mercato di gennaio c’è tempo”.

Come sta la squadra? “Non possiamo pensare ad altro se non alla partita di domani”.

Il difensore centrale? “Caldara sta bene ma non benissimo, giocherà con la Primavera. Deve prendere confidenza con il campo. Gabbia ha fatto bene con l’Under 21 ed è li che aspetta”.

Leao? “Leao ha importanti caratteristiche, non è un centravanti che ci riempie l’area, può fare qualcosa di più, ha le possibilità di diventare un calciatore importante”.

Soffrite il fatto che in settimana non si gioca in Europa? “Per quello che mercoledì sera siamo andati a cena. Siamo il Milan, l’Europa è il giardino del Milan e l’obiettivo deve essere quello”.

Quali prospettive ha? “Vedo in campo cose che mi piacciono, e le partite perfette non esistono. Dobbiamo forzare i tempi e raggiungere il bel gioco con i risultati”.

Rodríguez centrale in più: “Sta stringendo i denti perché ha problemi però può essere un’alternativa da centrale”.