#LBDV – Che Grosso problema a Brescia!

Condividi

Arrivato per sostituire Eugenio Corini, Fabio Grosso non sta facendo per niente bene. Tre partite, tre sconfitte e zero gol fatti. Che problema a Brescia!

La prima esperienza su una panchina di Serie A non è iniziata nel migliore dei modi per il campione del Mondo. Fabio Grosso e il Brescia, infatti, stanno vivendo un periodo nero. In questo momento le rondinelle si trovano all’ultimo posto della classifica e non sembra poterci essere il cambio di marcia.

NUMERI IMPIETOSI PER GROSSO

Acque nere, quelle in cui naviga il Brescia. La squadra che ha vinto il campionato di B lo scorso anno, infatti, dopo un buon avvio è sprofondata all’ultimo posto della classifica. Eugenio Corini è stato esonerato, ma il suo sostituto non ha acceso la scintilla nei suoi calciatori. I numeri del Brescia di Grosso sono impietosi: tre partite giocate, tre sconfitte, zero gol fatti ed addirittura dieci subiti. Tolto il primo tempo di Roma, poi, la squadra sembra non esserci: atteggiamento inadatto per una squadra che dovrebbe lottare su ogni pallone per rimanere nella massima serie. Grosso è stato stato individuato come il condottiero ideale per portare in salvo la nave biancoceleste, ma per il momento non ha trovato il cambio di rotto.

GROSSO PREDICA CALMA

“Serve maggiore partecipazione, spendiamo troppe energie. Io credo comunque in questi ragazzi sebbene il livello del campionato sia alto. Ci serve una scintilla da prendere nelle partite che verranno. ” Così il tecnico del Brescia ha commentato la sconfitta casalinga contro l’Atalanta. Fabio Grosso si aspetta la scintilla che possa accendere i suoi, scintilla che è mancata fino a questo momento. E’ vero che fin’ora il Brescia ha sfidato squadre blasonate (Torino, Roma e Atalanta), ma ciò che si imputa all’allenatore è la mancanza di atteggiamento dimostrato dai suoi ragazzi. Le prossime partite contro Spal, Sassuolo e Lecce saranno sicuramente importanti per provare ad uscire da questo momento nero. Stanno mancando le certezze: Cistana, Tonali e Balotelli, per esempio, stanno faticando molto. Soprattutto Super Mario è una patata bollente nelle mani del tecnico, che dovrà gestirlo con cautela per evitare altri casi come quello della scorsa settimana.

A Brescia c’è un Grosso problema: periodo nero per le rondinelle…