Fiorentina, Montella: “Dispiace per la sconfitta, ma non mollo”

Condividi

Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella è intervenuto ai microfoni di SkySport per commentare la partita contro il Lecce. Di seguito le dichiarazioni riportate da TMW:

“Dispiace moltissimo perdere, stasera la sconfitta non ci stava. La squadra ha messo in campo il temperamento necessario, ma il calcio è questo e va accettato. Sicuramente potevamo essere più concreti. Compimenti al Lecce che ha fatto una partita dignitosa, sicuramente a noi dispiace per questa sconfitta che non meritavamo. Ho visto una squadra viva e di questo sono contento. La squadra oggi ha fatto una partita continua, c’è stata un po’ di frenesia dopo il gol inaspettato, ma a me la squadra è piaciuta come ha interpretato la sfida”.

Avverti un clima ostile? “Dispiace aver perso. I fischi sono legittimi e vanno accettati, ma penso che i giocatori non li meritassero. Probabilmente erano per me. Mi dispiace moltissimo per i ragazzi per questa sconfitta. Io sono combattivo, vedo una squadra coesa e dobbiamo rimboccarci le maniche se mi continueranno a far lavorare. Non decido io, io vedo la squadra che è con me e non ho nessuna voglia di mollare. Poi il resto va chiesto alla società. Quando la squadra gioca così ho fiducia”.

State facendo fatica a vincere in casa. “Le occasioni ci sono state, la squadra ha creato per il tipo di partita. Potevamo sicuramente fare meglio negli ultimi metri”.

Vedi la stessa Fiorentina delle prime quattro giornate? “Sì, al netto delle assenze di Ribery, Chiesa e Pezzella. La squadra ha fatto una buonissima partita come temperamento e ha creato più dell’avversario. In questo ho fiducia”.

La Fiorentina sta subendo parecchi gol: “Sicuramente pesano i tanti gol presi col Cagliari e col Napoli. Abbiamo fatto 7-8 partite in cui la squadra è stata in equilibrio. Sicuramente si può fare meglio, ma la squadra aveva trovato il suo equilibrio. Bisogna vincere la prossima partita, l’obiettivo reale è quello. Torniamo a giocare martedì in Coppa Italia e sarà una partita psicologicamente difficile. Abbiamo la strada del campo che ci può rimettere subito in carreggiata”.