A-Teams – Inter, si ritorna alla Serie A con un pensiero alla Champions..

Condividi

L’Inter ritorna a concentrarsi sulla Serie A, i nerazzurri sono reduci dall’ottima vittoria in Champions League sul campo dello Slavia Praga per 1-3. Vittoria che ha riaperto i discorsi qualificazione, i meneghini hanno delle buone possibilità di passare il girone ed accedere agli ottavi. Ma andando in ordine c’è da pensare al match di domani, al San Siro arriverà la Spal di Semplici.

Niente passi falsi:

Evitato sbagliare domani, i nerazzurri stanno volando in Serie A e dopo la vittoria in Champions non possono calare di concentrazione. Bisogna abbandonare, per il momento, il pensiero Champions e riconcentrasi sulla Serie A. La partita del San Siro di domani se affrontata nel modo giusto può esser messa in ghiaccio senza ulteriori sforzi fisici e mentali. C’è bisogno del giusto approccio, della giusta concentrazione fin dall’inizio. La corsa con la Juventus continua, un solo punto separa le due compagini. I bianconeri, a differenza dei nerazzurri, possono contare su una rosa più lunga e di maggiore esperienza. Prima di pensare nuovamente e concretamente alla Champions League ci sarà anche l’anticipo di venerdì 6 dicembre al San Siro contro la Roma, big match fondamentale per più motivi. Sia per continuare a restare al vertice in A che per caricarsi in vista dell’ultimo match della “Coppa delle grandi orecchie”, quello del dentro o fuori contro il Barcellona, nuovamente al San Siro. Tre saranno i match consecutivi in casa, fattore assolutamente positivo.

Lu-La, che coppia!:

Lukaku-Lautaro per l’ennesima volta si sono dimostrati una delle coppie più forti del calcio europeo. Il duo sta trascinando l’Inter a suon di gol e ottime prestazioni. Il belga e l’argentino hanno un feeling eccezionale, si sono presi l’Inter per mano e la stanno portando lontano. I due giocano l’uno per l’altro a servizio dell’Inter ed i risultati non mancano, insieme si completano, hanno tutto ciò di cui c’è il bisogno. I numeri dicono che in 18 partite tra Champions League e Serie A, la coppia gol: Lu-La ha messo a segno ben 22 reti, undici reti ciascuno. Dieci sono le reti in Serie A per Lukaku ed una in Champions League, proprio nel match contro lo Slavia Praga dopo ben quattro partite a secco. Il belga ha disputato una partita superba, il gol è stata la ciliegina sulla torta che gli ha permesso di sbloccarsi nella massima competizione europea per club. Diversa la separazioni delle reti per Lautaro, l’argentino ha segnato sei reti in Serie A e ben cinque in cinque match di Champions League. Interessante è l’equilibrio mostrato da questi dati, dove l’uno segna meno c’è l’altro che compensa.