Brescia, Grosso: “Balo c’è ma non voglio parlarne”

Condividi

La prossima sfida del Brescia sarà contro l’Atalanta. Parliamo di un derby, partita già importante di per sé ma che ha un peso maggiore per la squadra di Grosso. Le rondinelle sono in un momento di seria crisi nonostante il cambio di allenatore. Ecco le parole dell’ex calciatore della nazionale:

Basta una parola, ovvero derby.
“Si preparano da sole, tutti conosciamo l’importanza della partita. Veniamo da tante partite difficili, questa è un’occasione bella. Incontriamo una squadra in fiducia, sicuramente ci darà filo da torcere. Noi vogliamo raggiungere un obiettivo importante”

Che Atalanta si aspetta?
“L’Atalanta la conosciamo benissimo, già altri allenatori più bravi di me ne hanno esaltato le qualità. Sappiamo bene a cosa andiamo incontro, c’è grande attesa. Non vogliamo caricarla troppo, ma è una valenza importante perché ci servono punti, vogliamo guadagnare punti per muovere la classifica”.

Balotelli?
“Non voglio sempre parlare di lui, ogni volta si va a vedere se va via un minuto prima o un minuto dopo. Con lui ho un rapporto schietto e sincero, ha delle qualità importanti. I convocati li darò dopo, dovrebbe essere a disposizione. Ripeto, ha determinate caratteristiche e se riesce a metterle in campo può esserci utile”.

Manca la reazione?
“Mi sono piaciute tante cose che ha detto Torregrossa e questa è una di quelle. Sono pochi quelli che hanno già calcato questi campi. All’inizio si andava sulle ali dell’entusiasmo, poi con il passare del tempo determinate bastonate ti hanno rimesso con i piedi per terra. In questo momento c’è il rischio di perdere la fiducia. A Roma abbiamo fatto un buon primo tempo, poi nella difficoltà è un gruppo che ha fatto fatica a reagire. Ci servirà essere perfetti”.

Sente la fiducia del gruppo?
“Ho a disposizione un gruppo sanissimo, ad ogni allenamento mettono in campo tutto. Abbiamo tante situazioni non facili, tanti di loro hanno la possibilità di restarci”.

Queste partite si giocano sull’emotività.
“Lo dico a prescindere, la tattica e la tecnica contano ma le sensazioni sono importanti. È una gara che si aspettava da tanto, noi ce la metteremo tutta”.

 Visto il momento difficile, servirà un grande pubblico.
“Non c’è da chiedere nulla, quando la squadra si ama lo si prova a dimostrare in tutti i modi. Non devo chiedere nulla, ho rispetto di tutti e credo che saranno importantissimi anche loro”.

Ci dobbiamo aspettare una sorpresa a livello tattico?
“Non sarà determinante la tattica, sarà una partita piena di duelli. Incontreremo una squadra che ci metterà sotto pressione. Sarà l’importante l’atteggiamento. So quello che ho in mente, ci sono degli step da compiere. È una squadra costruita in una determinata maniera, sto cercando di dare solidità e compattezza”.

Come sta Donnarumma?
“Lui ha sempre qualche acciacco, non ha recuperato bene da Roma e ha saltato qualche giorno di allenamento ma sarà a a disposizione anche lui”.

Con Balotelli parlate di Germania?
“No, ma mi hai dato uno spunto per le prossime conversazioni (ride, ndr)”.