TUTTI IN REPARTO – La costola di Matuidi

Focus On Prima Pagina
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Durante Juventus – Milan, Blaise Matuidi è stato costretto ad uscire dal campo, sembrando molto dolorante.

Tutti abbiamo notato che il centrocampista francese si toccava il torace, indicando proprio in quella zona la causa del problema che lo ha costretto ad essere sostituito.

Oggi, gli esami strumentali effettuati sul giocatore hanno evidenziato una frattura della cartilagine della decima costola.

Evento che è tanto raro quanto, purtroppo, doloroso: una frattura in quella sede, infatti, compromette la funzione respiratoria in quanto, durante il processo di inspirazione ed espirazione, le costole si muovono per permettere ai polmoni di espandersi.

Il rimedio? Semplicemente un periodo di riposo.

La frattura costale, difatti, proprio per la particolarità della sede in cui occorre, non viene trattata in nessun modo, se non con farmaci che permettano il controllo del dolore, e, come dicevamo, un po’ di stop all’attività agonistica.