LE PAGELLE DEL COLONNELLO – Sconfitta immeritata al Borussia Park

Condividi

La Roma perde immeritatamente l’incontro con il Borussia Monchengladbach al 95′.

Primo tempo sostanzialmente equilibrato, concluso in svantaggio per un autogoal di Fazio al 35′, con un’azione peraltro viziata da un evidente errore arbitrale, o meglio del guardalinee, che non rileva la fuoriuscita del pallone in fallo laterale.

La Roma cresce nella ripresa, raggiungendo il pari con lo stesso Fazio che devia in rete un preciso cross di Kolarov su calcio piazzato. Sfiora più volte il goal del vantaggio con Pastore e Kluivert che mancano di precisione in fase conclusiva e subisce il goal beffa di Thuram M. all’ultimo minuto, sull’unica chiara occasione creata dal Borussia Monchengladbach.

In conclusione la Roma, nei due incontri con la squadra tedesca, raccoglie incredibilmente soltanto un punto. Errori arbitrali ed una sola disattenzione difensiva hanno determinato i risultati delle due gare. Davvero poco fortunata.

Roma

Pau Lopez: voto 6

Qualche errore negli appoggi con i piedi che solitamente non commette. Incolpevole sui due goal subiti, effettua qualche parata su tiri da fuori area non particolarmente pericolosi.

Santon: voto 6,5

Fonseca lo preferisce a Florenzi per sostituire Spinazzola sulla fascia destra. Partita più che sufficiente, sia in copertura che in fase propositiva.  Ammonito all’87’.

Fazio: voto 6

Assente contro il Napoli per squalifica, rientra al centro della difesa in coppia con Smalling. Apparso imprudente in occasione dell’autogoal che porta in vantaggio il Borussia al 35′, si riscatta al 64′, quando conclude in rete un perfetto cross di Kolarov su calcio piazzato. Condivide con Smalling l’unica disattenzione difensiva sul colpo di testa vincente di Thuram M.

 Smalling: voto 7

Tra i migliori in campo fino al 95′, quando non riesce ad opporsi a Thuram M. che anticipa di testa tutto il reparto difensivo. Fino a quel momento una partita impeccabile, sia negli anticipi che nelle chiusure sugli attaccanti avversari.

 Kolarov: voto 6

Il difensore serbo non si ferma mai. Avrebbe bisogno di un turno di riposo ma Fonseca non ha a disposizione Spinazzola (affaticamento muscolare) per sostituirlo. Gioca una partita sufficiente. Fornisce l’assist a Fazio che realizza il momentaneo pareggio.

Mancini: voto 5,5

Continua il suo impiego a centrocampo, viste le soddisfacenti prestazioni personali e gli ottimi risultati raggiunti dalla squadra, in attesa del rientro dei titolari nel ruolo. Certamente non è la sua migliore partita.  Non manca sul piano agonistico ma commette qualche errore in fase di costruzione.  È apparso nervoso più volte nel corso della gara. Ammonito al 41′ viene sostituito al 58′ da Diawara (voto 6) che rientra in squadra dopo un’assenza per infortunio. Si inserisce senza alcuna esitazione  nella zona centrale del campo dando un valido contributo e mostrando una buona condizione. Viene ammonito al 90′.

 Veretout: voto 7

Il centrocampista francese fornisce una buona prestazione sia in fase di interdizione che di costruzione del gioco. Ruba palla agli avversari, facendo ripartire l’azione con continuità e precisione.

Zaniolo: voto 5,5

Non è la sua serata. Non è incisivo come nelle precedenti prestazioni. Si rende pericoloso solo all’11′, quando sfiora la traversa anticipando i difensori avversari con un perentorio colpo di testa. Viene sostituito al 76′ da Under (voto 5) che dimostra di essere ancora lontano dalla migliore condizione.

Pastore: voto 6,5

Dopo la brillante prestazione contro il Napoli, il Flaco conferma il suo momento di forma attraverso giocate e spunti da vero genio. Si rende pericoloso in varie occasioni, anche se non riesce a fare goal, sia per merito del portiere avversario che per un pizzico di imprecisione. Esce all’80’ sostituito da Perotti (n.g.).

Kluivert: voto 6,5

Dimostra grande vitalità e determinazione. Tiene in apprensione la difesa avversaria per tutta la partita, anche se non riesce a concretizzare la sua azione in fase conclusiva. Gli manca solo il goal che sfiora più volte nel secondo tempo.

Dzeko: voto 6

L’attaccante bosniaco non si rende mai realmente pericoloso. Manca una buona occasione al 47′ quando, su imbucata di Pastore, batte debolmente a rete, favorendo la parata del portiere avversario. Merita la sufficienza per l’impegno, la grinta e lo spirito di sacrificio che mette sempre in campo.

Fonseca: voto 6

Il tecnico portoghese scioglie gli ultimi dubbi sulla formazione da mandare in campo al Borussia Park e affronta la squadra tedesca con Santon a destra, preferito a Florenzi, al posto di Spinazzola, e Fazio al centro della difesa, assente nell’ultima di campionato per squalifica. Per il resto conferma la formazione che ha giocato contro il Napoli. La squadra è ben messa in campo; controlla e gestisce la partita con sicurezza, meritando  ampiamente  un risultato positivo.