#LBDV – Douglas Costa, Flash returns

Condividi

Nella fredda notte di Mosca, un lampo del The Flash bianconero Douglas Costa ha regalato la qualificazione agli ottavi di Champions League alla Juventus. Il brasiliano, appena tornato dall’infortunio, si dimostra un autentico campione nello spaccare le partite; arma vincente per Allegri, fondamentale anche per Maurizio Sarri: Douglas Costa scala le gerarchie bianconere, pronto a prendersi definitivamente la scena.

DOUGLAS, ALTI E BASSI

Douglas Costa è giunto alla terza stagione in bianconero. Nella 2017/18, la prima a Torino, the Flash è stato un fattore fondamentale nella vittoria dello scudetto: in 31 partite giocate, infatti, il brasiliano ha segnato quattro reti e fornito addirittura 12 assist. La tecnica, la rapidità e la velocità ne facevano un calciatore in grado di entrare dalla panchina e risolvere la gara con giocare da fenomeno. L’anno scorso, invece, l’ex Bayern Monaco ha vissuto la sua peggior stagione. Soltanto 969 minuti e una sola rete segnata. Come se non bastasse, poi, si è reso protagonista di un grave comportamento in Juventus-Sassuolo, che gli è costato 4 giornate di qualifica. Le sue prestazioni altalenanti sono state una costante per tutta la sua carriera, e nel periodo alla Juventus la situazione non è cambiata.

LA RISCOSSA DI FLASH

Da oggetto misterioso a… pedina fondamentale. Maurizio Sarri se lo coccola e il brasiliano sembra essere rinato. L’avvio di stagione è stato convincente: prima dell’infortunio, infatti, è stato un fattore nel tridente d’attacco disegnato dal tecnico ex Napoli. Con il suo infortunio, poi, Sarri ha virato su un nuovo modulo, a testimonianza dello spessore tecnico del brasiliano. Decisivo contro la Lokomotiv con una rete, decisivo contro il Napoli con due assist vincenti: quando è in forma, Douglas Costa è un fenomeno. Peccato per lui, la fragilità fisica lo penalizza molto.

UN LAMPO A MOSCA

Un lampo si è abbattuto su Mosca ieri sera. Entrato al 70esimo minuto, infatti, il brasiliano ci ha messo poco per prendersi la scena. Dribbling e belle giocate, fino al minuto 92. Douglas Costa supera due avversari in velocità, chiede ed ottiene il triangolo a Gonzalo Higuain (assist di tacco), si presenta in area e batte Giilherme con un dolce sinistro.  

The Flash returns e si riprende la scena. Come solo i veri eroi sanno fare.