Lazio – Celtic 1-2: Immobile non basta, qualificazione appesa a un filo

Condividi

Ultima spiaggia per la Lazio che per il match di Europa League contro il Celtic si affida al tandem d’attacco Immobile/Caicedo.

I padroni di casa partono a mille e dopo sette minuti trovano il goal del vantaggio con il solito Ciro Immobile: traversone dalla destra di Lazzarri e tap-in vincente dell’attaccante napoletano. La Lazio continua ad attaccare e a rendersi pericolosa sfruttando la spinta di Lazzari, vera spina nel fianco dei celts. I biancocelesti, però, non riescono a concretizzare la grande mole di gioco e gli ospiti iniziano a macinare gioco trovando il goal del pareggio allo scadere della prima frazione: errore di Acerbi e Forrest è bravo a traffigere Strakosha. La reazione, immediata e rabbiosa della Lazio porta due volte la squadra vicino al 2-1, ma la palla non entra per questione di centimetri.

Nella ripresa sono gli scozzesi a iniziare con maggiore aggressività. Strakosha subito impegnato al 3′ su un destro di Edouard da posizione defilata sulla destra. All 53′ la Lazio subisce un contropiede con Forrest, rapido, che viene arginato da Luiz Felipe. Sul conseguente corner, una gran botta di Elyounoussi viene alzata sopra la traversa da una deviazione di Lazzari. La Lazio soffre i ritmi imposti dal Celtic e al 58′ Simone Inzaghi opera una doppia sostituzione: Jony e Lucas Leiva vengono richiamati in panchina, entrano Lulic e Luis Alberto. Il doppio cambio dà nuova linfa alla Lazio che prende in mano le redini del gioco e si riversa nella meta campo del Celtic. Al 21′ Luis Alberto verticalizza per Immobile, la conclusione dell’attaccante viene respinta in scivolata da Jullien con un braccio, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 68′ colpo di testa di Milinkovic-Savic che trova però il pronto riflesso di Forster. Al 75′ Luis Alberto colpisce il palo direttamente da calcio d’angolo. La Lazio prova il tutto per tutto ma non riesce ad abbattere il muro dei Celtic, che a sorpresa in contropiede trova il goal della vittoria: follia di Berisha, Edouard serve Ntcham che con un tocco morbido supera Strakosha.

La vittoria del Cluj, arrivata nel finale contro il Rennes, rendono ancora più difficile la qualificazione per la Lazio: per il passaggio del turno ora serve un miracolo.