Cagliari, la promessa di Maran: “Un tatuaggio coi quattro mori se andiamo in Europa”

Condividi

Tatuaggio per festeggiare l’Europa, Rolando Maran non si tira indietro. Il tecnico del Cagliari ne ha parlato stamane a Radio Rai 1: “A Nainggolan stanno bene, su di me un po’ meno, ma ad un tatuaggio coi quattro mori in caso di Europa potrei pensarci, assolutamente sì. Come sto in Sardegna? Benissimo, è un paradiso. È quasi superfluo dire quanto si sta bene. Cosa so dire in sardo? Eja. Un coro che mi piace? Più che un coro è il calore. Anche quando andiamo in trasferta tantissimi tifosi ci seguono con grande calore. Cosa sto mangiando di buono in Sardegna? Essere qui e non assaggiare qualche volta il ‘porceddu’ sarebbe un peccato. Cannonau? Come se piovesse! Scherzo, con i dolci ci sta bene. Il ‘casu marzu’? Non l’ho assaggiato, ho mangiato quello fatto in una sacca”.