Messi: “Sogno di tornare in Argentina, ma la mia famiglia…”

Condividi

Lionel Messi, attaccante argentino del Barcellona, fresco vincitore della sua sesta Scarpa d’Oro, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Tyc Sports. Di seguito le sue parole:

Ronaldinho – “Ronaldinho mi ha aiutato moltissimo, sono entrato in uno spogliatoio pieno di campioni a 16-17 anni e non era semplice. Dinho mi ha fatto sempre sentire a mio agio e poi in campo lo cercavo sempre, anche se non abbiamo giocato insieme molte stagioni. Mi sarebbe piaciuto giocare di più con lui”.

 Luis Suarez – “Con Luis giochiamo insieme da 5 anni e ci troviamo sempre meglio a giocare insieme. Abbiamo anche figli della stessa età e quindi il rapporto è diventato molto forte anche fuori dal campo”.

Un calciatore con cui gli sarebbe piaciuto giocare – “Ronaldo era un fenomeno, impressionante. Sicuramente l’attaccante più forte che mi è capitato di vedere”.

VAR  “Mi piace come idea, ma non viene usato nel modo corretto. Doveva togliere ogni dubbio ma alla fine sono sempre gli arbitri a decidere, indipendentemente da quello che succede in campo”.

Futuro – “Non ho intenzione di andarmene da Barcellona. Ho sempre il sogno di tornare in Argentina e giocare per il Newell’s, ma ho una famiglia che vive bene qui e alla quale darò sempre la priorità. Mio figlio Thiago ormai è grande e ha tutti i suoi amici qui, quando gli dico per scherzo che ce ne andremo si arrabbia moltissimo. Anche quando andiamo in Argentina per un mese in vacanza, non vede l’ora di tornare a Barcellona”.