Juventus, Nedved: “Il gesto di Demiral non viola il nostro codice etico”

News Vetrina
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

Durante l’Assemblea degli Azionisti in casa Juventus, il vicepresidente Pavel Nedved ha preso la parola. Il pallone d’oro 2003 ha infatti risposto ad una domanda riguardante Merih Demiral e il saluto del soldato fatto in nazionale con altri suoi compagni di squadra, come segno di vicinanza ai soldati turchi e a Erdogan.

Ecco le parole dell’ex centrocampista della Lazio riportate da TuttoMercatoWeb: “Sono stato io a gestire il caso Demiral. Da parte della società, pensiamo che il gesto del ragazzo dipenda dalla volontà totale della Nazionale turca. Dobbiamo aspettare la decisione della UEFA. Il gesto per noi non trasgredisce il nostro regolamento etico”.