#LBDV – Connolly, il 2000 che ha steso il Tottenham

Condividi

Prima il 2 a 7 contro il Bayern Monaco, poi il Tottenham si è arreso anche al Brighton. Il merito è di un classe 2000, Aaron Anthony Connolly, autore di una doppietta nel 3 a 0 finale. In Premier League si stanno mettendo in mostra tanti giovani di belle speranze e questo ragazzo irlandese, di appena diciannove anni, ha scelto proprio il Tottenham di Pochettino per passare sotto le luci della ribalta.

CHI E’ CONNOLLY?

Aaron Anthony Connolly nasce a Galway in Irlanda il 28 gennaio 2000. E’ il fiore all’occhiello del Brighton, squadra neopromossa in Premier League che quest’anno ha tutta l’intenzione di restare nella massima serie. Nove punti in otto partite e vittoria gloriosa contro gli Spurs lo scorso fine settimana. Tornando a Connolly, sulla carta è una punta centrale, ma è molto di più: un metro e settanquattro centimetri, è un giocatore brevilineo, rapido e molto tecnico. L’aspetto che più colpisce del giovane irlandese è la personalità: anche nelle serie minori ha dimostrato più degli anni che ha. E’ un attaccante moderno, in grado di muoversi dentro l’area e cercare la soluzione migliore per andare a rete.

DOPPIETTA E RIFLETTORI

Come detto, sabato ha realizzato una doppietta contro gli Spurs. Prima al 32esimo del primo tempo, quando Connolly si fa trovare pronto in area e realizza il 2 a 0. Poi si ripete al 65esimo con un autentico capolavoro: viene imbeccato sulla fascia, controlla di testa, entra in area, la sposta sul piede forte, il destro, e da posizione defilata, la infila nell’angolino più lontano. Una doppietta, le prime reti realizzate in Premier League e le luci dei riflettori: che fine settimana per Connolly. Su di lui si è già mosso il Manchester United, intenzionato a non farsi sfuggire questo talentino classe 2000. Lo United, tuttavia, non è l’unica squadra sulle sue tracce, anche altre big inglesi lo seguono con attenzione. E Connolly non ha intenzione di fermarsi, ma vuole continuare a stupire.

EREDE DI ROBBIE KEANE?

In Irlanda è già Connolly-mania! La prodezza contro il Tottenham lo ha già fatto diventare un mezzo eroe nazionale. L’augurio è che il classe 2000 possa ripercorrere le orme del grande Robbie Keane, ex attaccante irlandese che detiene il record di gol con la nazionale, ben 68 reti, e il maggior numero di presenze, 146. Per il giovane Connolly, tuttavia, le porte della nazionale maggiore sono ancora chiuse: dovrà ‘accontentarsi’ di giocare nell’Under21. Proprio domani sera, Connolly e la sua Irlanda sfideranno l’Italia Under21 per la qualificazione agli europei di categoria. Un motivo in più per seguire gli azzurrini, attesi dalla trasferta a casa di Connolly.

Aaron Connolly è già finito sotto i riflettori e farà di tutto per restarci.