Kosovo, negato l’ingresso alla Stella Rossa per una partita di Coppa Serbia

Condividi

Episodio alquanto spiacevole quello accaduto al pullman della Stella Rossa di Belgrado. A tutta la squadra serba, infatti, è stato oggi impedito l’ingresso in Kosovo.

I ragazzi di Milojevic erano diretti a Zvecan, nel nord a maggioranza serba, per disputare alle 14 un incontro con la squadra locale del Trepca -terza categoria-, valida per i sedicesimi di finale della Coppa di Serbia.

Motivo dello STOP? La Serbia non riconosce l’indipendenza del Kosovo, che continua a considerare come una sua provincia meridionale a maggioranza albanese.

L’autobus con la squadra e lo staff della Stella Rossa è stato fermato al valico di frontiera di Jarinje, con la polizia, presente in forze. Quest’ultima ha negato l’ingresso su ordine del governo di Pristina. Il tutto è accaduto nonostante sia la Fifa che la UEFA avessero esplicitamente chiesto di far giocare la partita.

Dura la condanna da parte del governo di Belgrado, che ha chiesto l’immediata esclusione del Kosovo da Fifa e Uefa. La partita tra Stella Rossa e Trepca si giocherà domani alle 17 al campo del quartier generale della Federcalcio serba (Fss) a Stara Pazova, a pochi km da Belgrado.