Italia, Acerbi: “Vogliamo l’Europeo e non vogliamo essere una comparsa…”

Condividi

Francesco Acerbi, difensore della Lazio, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro dell’Italia. Ecco le sue parole:

SULLA GARA – “Siamo contenti di giocare a Roma, speriamo di fare una bellissima partita e di vincere, facendo divertire la gente. Vogliamo continuare la striscia consecutiva di vittorie, qualificandoci prima possibile all’Europeo. Per noi, per la città, per l’Italia: vogliamo chiudere il cerchio“.

SULLA SUA PRESENZA – “Mi preparo sempre, mi tengo pronto, decide il mister. Mancano giorni, mi tengo pronto come sempre. Dopo la malattia ho sempre fatto ottime stagioni, buone stagioni: sto passando un buon momento, non mi siedo mai e cerco sempre di migliorarmi ma coi piedi per terra, con umiltà. E’ un’ottima stagione ma non c’è un punto, solo un continuo di migliorarmi”.

SULLA VISITA AL BAMBIN GESÙ – “I bambini danno sempre una grande energia, hanno una forza che noi non abbiamo. Vedere questi bambini, aggrappati alla vita, non è facile: cerchi di dargli un sorriso, di dargli qualcosa. Per loro, siamo un riferimento e fai del bene”.

SUGLI OBIETTIVI – “Con Conte ho fatto tutto fino all’inizio dell’Europeo, poi lui ha scelto altri e non sono andati. Voglio l’Europeo, poco ma sicuro: voglio andarci non solo da comparsa. Voglio dimostrare sul campo, con la Lazio e qui con mister Mancini, la mia voglia d’andare”.

SUL GIOCO DI MANCINI – “Sì, il voler spingere, il tener palla, il voler attaccare. Rappresentare poi gli italiani è un orgoglio, essere qui è bello: cerchi sempre di mettere qualcosa in più per poter giocare e far bene con questa Nazionale, che è il punto massimo per un giocatore”.