Napoli, Giuntoli su Insigne: “Non capisco lo scalpore. Lui è tranquillo”

Condividi

La clamorosa scelta di lasciare in tribuna Lorenzo Insigne ha spiazzato un po’ tutti. Ma dalle parti del Napoli si continua a parlare di scelta tecnica, dovuta solo dalla vasta quantità di giocatori. A spiegarlo e a ribadirlo è stato il Cristiano Giuntoli ai microfoni di Sky Sport:

“Insigne in tribuna? Onestamente tutto questo scalpore non deve esserci. Abbiamo una rosa di buonissimi calciatori. La regola dei 18 giocatori un po’ ci condanna, abbiamo tanti ragazzi che possono e vorrebbero giocare. Ancelotti ha scelto una squadra più accorta, con un centrocampo più robusto. E in panchina ha optato per due attaccanti puri: uno fisico e un piccolino come Mertens. Scelta tecnica, tattica, niente di che. A testimonianza di una rosa molto valida”.

Come l’ha presa Insigne? “E’ tranquillo”.

Siamo sicuri? “Sì, sì”.

Quali sono i talenti del Genk da seguire? “Loro da tempo sanno pescare bene nei giovani. Hanno sempre prodotti interessanti. Hanno Berge, ’98, dotato di gran fisico. Lukumi, ’98, colombiano. Anche Maehle. E’ una squadra molto interessante, da prendere con le pinze”.

Com’è l’umore di Milik? “Milik ha passato un’estate un po’ tribolata, aveva un problemino che non riusciva a smaltire. Adesso sta bene, si sta allenando bene e Carlo l’ha premiato facendogli giocare questa partita”.