#LBDV – Milan, da cedibili a insostituibili

Condividi

Sembravano dovessero essere i giocatori sacrificabili, coloro i quali sarebbero potuti partire in caso di offerte congrue, ed invece Kessie e Suso sono passati da “non incedibili” a insostituibili dopo appena due giornate di campionato. Il Milan avrebbe lasciato partire il centrocampista per una cifra non inferiore ai 30 milioni di euro. Tanti gli abboccamenti, ma nessun club disposto ad offrire quella cifra, “obbligando” il club rossonero a tenere il giocatore. Stesso discorso per lo spagnolo che sembrava destinato a partire soprattutto per un modulo non congeniale alle sue caratteristiche. Modulo che Giampaolo sta modificando proprio per esaltare la classe dello spagnolo.

Ma se mentre per Suso le qualità non erano in discussione, lo stesso discorso non vale per il centrocampista ex Atalanta, spesso nell’occhio del ciclone dei tifosi rossoneri. Kessie è uno dei calciatori più sottovalutati della rosa milanista. Il classico giocatore che viene criticato per qualche errore di troppo in fase di impostazione salvo però ignorare la costante dinamicità e l’incredibile continuità nell’arco della stagione. Al momento Kessie e Suso sono elementi imprescindibili e difficilmente sostituibili. La fisicità del primo e la classe del secondo sono armi preziose nelle mani di Giampaolo, pronto ad usarle nel migliore dei modi.