Joao Mario: “Alla Lokomotiv per giocare l’Europeo”

Condividi

Joao Mario-Inter: la storia di un amore mai sbocciato. Il portoghese nelle tre stagioni tinte di nerazzurro non ha mai espresso il suo potenziale, non trovando mai effettivamente spazio. Il passaggio in prestito alla Lokomotiv Mosca infatti è un’occasione per il portoghese per rilanciarsi, anche in ottica Europeo.

Intervistato da O Jogo, il centrocampista parla del passaggio alla squadra russa e dell’esperienza nerazzurra: “Non volevo tornare in Portogallo, a casa mia, nel club in cui sono cresciuto. Lì conosco tutto, e per me non c’erano stimoli. La Lokomotiv mi ha detto che gli piacevo molto e che avrei giocato, io ci ho riflettuto e ho pensato che avevo bisogno di giocare regolarmente perché siamo nell’anno dell’Europeo. E poi qui giocherò anche la Champions League.”

Sulla sua ex squadra, Joao Mario dice: ”È difficile dire adesso cosa non sia andato nell’Inter. Ogni volta che ne parlo, vengo frainteso. Ci sono semplicemente cose che non sono pensate per stare insieme. Questa Inter, comunque, è molto diversa da quella che ho trovato io. C’è rigore, un allenatore eccellente e tutto il necessario per fare un passo avanti. Quando sono arrivato io un allenatore era appena andato via, poi ne sono cambiati ancora altri. Comunque sono contento di vedere un’Inter forte e auguro loro buona fortuna per questa stagione“.