Ancelotti: “Prestazione non sufficiente”

News
Condividi
Tempo di lettura: < 1 minuto

A margine della beffarda sconfitta contro la Juventus, Carlo Ancelotti ha analizzato il match ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue dichiarazioni:

“E’ stato un test non positivo perché per un’ora non siamo andati bene. Ma siamo rimasti in partita e l’abbiamo raddrizzata nonostante sembrasse terminata. La prestazione comunque non è stata sufficiente. È cambiata la partita perché sul 2-0 la Juve ha giocato più in contropiede e noi abbiamo giocato di più, poi ho messo due giocatori più freschi anche per evitare problemi con le ammonizioni e Lozano per dare freschezza davanti.

Abbiamo dato alla Juve la possibilità di pressare e di crearci problemi, con una gestione migliore potevamo approfittarne perché ci lasciavano degli spazi dove non siamo riusciti ad arrivare con passaggi puliti. Abbiamo preso due gol a difesa piazzata, il problema è che con otto giocatori in area le marcature devono essere più strette. Abbiamo subito tanti gol in due partite perché il problema è collettivo e non individuale, di sacrificio e non di qualità tecnica. Il motivo è questo.

Possiamo competere con loro ma abbiamo perso un’occasione, ma abbiamo iniziato a giocare a partita persa. Poi attraverso capacità e voglia abbiamo rimediato, ma la prima ora lascia l’amaro in bocca. Sarei stato deluso anche se avessimo pareggiato”